NO ALL’INFRAZIONE: LA LETTERA ALL'EUROPA DEL PRESIDENTE CONTE

ROMA\ nflash\ - All’Europa serve “una “fase costituente”, per ridisegnare le regole di governo delle nostre società e delle nostre economie, riconsiderando modelli di sviluppo e di crescita che si sono rivelati inadeguati di fronte alle sfide poste da società impoverite, attraversate da sfiducia, delusione e rancore”. A sostenerlo è il Premier italiano Giuseppe Conte nella lettera che ha indirizzato agli altri 27 Paesi membri Ue, al Presidente della Commissione Ue, Jean Claude Juncker, e al Presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, per spiegare perché non deve essere aperta alcuna procedura d’infrazione contro l’Italia. (nflash)

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi