PARITÀ DI GENERE: LE MISURE DELLA COMMISSIONE UE PER LA PARITÀ DI RETRIBUZIONE

BRUXELLES\ nflash\ - Priorità politica della Presidente von der Leyen, la proposta presentata in queste ore dalla Commissione Europea vuole introdurre misure di trasparenza retributiva, quali le informazioni sulle retribuzioni da fornire alle persone in cerca di lavoro, il diritto di conoscere i livelli retributivi dei lavoratori che svolgono lo stesso lavoro, nonché gli obblighi di comunicazione del divario retributivo di genere per le grandi imprese. La proposta rafforza inoltre gli strumenti a disposizione dei lavoratori perché possano far valere i propri diritti e facilita l'accesso alla giustizia. I datori di lavoro non saranno autorizzati a chiedere alle persone in cerca di lavoro quali siano state le retribuzioni percepite precedentemente e dovranno fornire dati relativi alle retribuzioni resi anonimi su richiesta del lavoratore. I lavoratori avranno inoltre diritto a un indennizzo in caso di discriminazione retributiva. (nflash) 

Newsletter
Archivi