“PERCHÉ WALTER TOBAGI CI ESORTA ALLA SPERANZA”: MATTARELLA RICORDA IL GIORNALISTA A 40 ANNI DALLA MORTE

Bellis/Fotogramma

ROMA\ nflash\ - “Walter Tobagi fu ucciso barbaramente perché rappresentava ciò che i brigatisti negavano e volevano cancellare. Era un giornalista libero, che indagava la realtà oltre stereotipi e pregiudizi, e i terroristi non tolleravano narrazioni diverse da quelle del loro schematismo ideologico”. A quarant’anni dall’uccisione di Walter Tobagi, avvenuta a Milano il 28 maggio 1980, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha scritto un ricordo pubblicato oggi sul quotidiano in cui Tobagi era giornalista, il “Corriere della Sera”. (nflash) 

Newsletter
Archivi