PESCA, AGRICOLTURA E PIADINE: REGIONE EMILIA-ROMAGNA PUNTA AI MERCATI ESTERI

BOLOGNA\ nflash\ - C’è chi voleva chiamarla “riminese”, chi “di Cervia”, ma alla fine, quando nel 2014 le è stato riconosciuto il marchio IGP, è diventata universalmente la Piadina Romagnola. Si tratta di un’eccellenza made in Emilia-Romagna conosciuta e venduta in tutta Europa, Repubbliche Baltiche e Russia, in Canada e in USA e prodotta dal Consorzio che riunisce le aziende delle zone fra le provincie di Rimini, Forlì-Cesena, Ravenna e Bologna fino al fiume Sillaro. E proprio dal Consorzio della Piadina Romagnola IGP, e dall’incontro col suo presidente, Alfio Biagini, con alcuni produttori, è partito il viaggio nel territorio riminese dell’assessore all’Agricoltura di Regione Emilia-Romagna, Alessio Mammi, finalizzato a lanciare un messaggio importante di sinergia tra le Dop e le Igp della Romagna, e per spronarsi a fare rete e valorizzarsi al meglio sul mercato interno ed esterno. (nflash) 

Newsletter
Archivi