Primo “sì” dell’Ue al passaporto vaccinale. Almeno tre mesi per gli aspetti tecnici – di Emanuele Bonini

BRUXELLES\ nflash\ - “L’Europa compie “un passo in avanti in più” verso l’introduzione di un passaporto europeo dei vaccini che permetta alla libertà di circolazione delle persone di essere completamente ripristinata. Ci vorrà del tempo, però, “almeno tre mesi solo per chiarire gli aspetti tecnici” relativi alla interoperabilità di sistema tra Paesi, ma qualcosa si muove. I presidenti di Commissione e Consiglio, Ursula von der Leyen e Charles Michel, illustrano i principali risultati della prima giornata di lavori (ieri - ndr) del vertice dei leader dell’UE con soddisfazione. “Sono stati chiariti dei malintesi su tema”, che però procede”. A scrivere è Emanuele Bonini che firma questo articolo per “Eunews”, quotidiano online diretto a Bruxelles da Lorenzo Robustelli. (nflash)