"RAFFAELLO RITRATTISTA": TUNISI PRIMA TAPPA DEL PROGETTO "OPERA OMNIA"

TUNISI\ nflash\ - La magnificenza del Rinascimento italiano incontra l'innovazione tecnologica. In occasione del quinto centenario della morte di Raffaello il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e la Rai promuovono un progetto che consente di poter ammirare in un unico luogo le riproduzioni in altissima definizione e a grandezza naturale del genio di Raffaello. Tunisi e in particolare la nuova galleria Macam del Musée National d'Art Moderne et Contemporain de la Cité de la Culture, ospiterà dal 28 febbraio al 28 marzo prossimo l'esposizione "Raffaello ritrattista", prima tappa di una mostra itinerante che farà in seguito il giro del mondo. Questa iniziativa fa parte del progetto "Opera Omnia", voluto dal Maeci e dalla Rai, e nasce dalla consapevolezza che l'intero patrimonio artistico di Leonardo, Raffaello, Caravaggio e altri maestri della pittura è disperso nel mondo in svariati musei, chiese e collezioni private e ciò rende di fatto impossibile la realizzazione di grandi mostre monografiche. Con "Opera Omnia" invece le mostre possono collocare in unico spazio espositivo l'opera pittorica di un autore, attraverso riproduzioni fedeli alle opere originali e in altissima definizione. L'iniziativa a Tunisi rappresenta inoltre una nuova occasione di collaborazione tra l'Ambasciata d'Italia, l'Istituto Italiano di Cultura e la Città della Cultura, in questo caso con il Musée National d'Art Moderne et Contemporain. (nflash) 

Newsletter
Archivi