SEA WATCH, PARLA IL GIURISTA OLANDESE: PROBLEMA EUROPEO, NON SOLO DELL’ITALIA. LA BANDIERA? NON RENDE L’OLANDA RESPONSABILE - DI BENEDETTA DI MATTEO

AMSTERDAM\ nflash\ - “Sea Watch è ferma a Catania. Sono passate due settimane dall’ennesimo caso di cronaca che ha visto coinvolta la nave dell’ong tedesca - che batte bandiera olandese - ma l’imbarcazione dopo l’ispezione condotta dalle autorità dei Paesi Bassi dovrà attendere ancora; i funzionari inviati dall’Aja, infatti, vogliono sincerarsi che l’imbarcazione possa effettivamente ospitare a bordo più persone, per lunghi periodi di tempo. Difficile dire se l’ispezione si concluderà a breve o come accaduto nella vicenda di Malta, terrà la nave lontana dal Mediterraneo centrale ancora a lungo. Nel frattempo, la vicenda giuridica è ancora dai contorni poco definiti. A cominciare dalla questione degli obblighi in capo allo stato di bandiera. Come vedono la questione i giuristi olandesi? Abbiamo chiesto un parere a Jorrit Rijpma, docente di diritto UE all’Università di Leiden”. Ad intervistare il docente è stata Benedetta Di Matteo per 31mag.nl, quotidiano online diretto ad Amsterdam da Massimiliano Sfregola. (nflash)

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi