Waltz Street: l’incantesimo di un italiano a NY nell’ultimo album di Emanuele Tozzi - di Lenni Lippi

NEW YORK\ nflash\ - “C’è una via a New York dove è possibile incontrare un giovane uomo con un cilindro nero in testa. È un musicista, canta una lingua straniera ma è facile comprenderlo perché ciò che compone appartiene a quel linguaggio universale che solo la buona musica sa rappresentare. In questo tempo dove la musica main stream è fatta di assenza di composizione, di basi standard di soli tre accordi, campionature di vecchi brani e un cantato parlato e banale, Emanuele Tozzi – italiano di nascita e Newyorchese per scelta – esce con il suo terzo album, Waltz Street, e finalmente si ascolta un po’ di buona musica”. A scriverne è oggi Lenni Lippi, in questo pezzo pubblicato da “La Voce da New York”, quotidiano attivo negli Stati Uniti diretto da Stefano Vaccara. (nflash)