WILLEM DAFOE: “MI SENTO SEMPRE PIÙ UN ITALIANO, ORMAI PARLO A GESTI. PROPRIO COME VOI” – DI ALESSANDRO ALLOCCA

LONDRA\ nflash\ - “Americano di nascita e italiano d’adozione, Willem Dafoe è uno degli attori più cosmopoliti che il cinema internazionale può vantare, capace di interpretare i ruoli più disparati, anche se per il grande pubblico lui è il “cattivo” per eccellenza: dal Green Goblin nemico di Spiderman, al sanguinolento killer in “Grand Hotel Budapest” passando per lo psicotico assassino in “Cane mangia cane” fino al celebre vampiro ne “L’ombra del vampiro”. Dafoe è giunto nei giorni scorsi nella capitale inglese a meno di una settimana dalla vittoria della “Coppa Volpi” ricevuta alla 75esima edizione del festival del cinema di Venezia come migliore attore in “At Eternity’s Gate” basato sulla vita di Vincent van Gogh”. Ad intervistare l’attore è stato Alessandro Allocca per “LondraItalia.com”, quotidiano online diretto da Francesco Ragni. (nflash)

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi