Billi (Lega) a Londra incontra Istituzioni e comunità locale

LONDRA\ aise\ - “Sono stato di persona alla Riunione Consolare del Regno Unito all’Ambasciata. È stata una ottima occasione per conoscere di persona i nuovi membri del CGIE, i nuovi presidenti Comites ed i nuovi Consoli e per discutere le novità ed ascoltare le istanze della Comunità locale”. Così Simone Billi, deputato della Lega eletto in Europa, che ieri ha partecipato alla riunione annuale di coordinamento consolare convocata dall’Ambasciata.
“La notizia più importante – sottolinea il deputato – è l’apertura del Consolato a Manchester il 18 luglio, per la quale apertura ho lavorato al Decreto Brexit 2019 con l’allora Sottosegretario agli Esteri Guglielmo Picchi, che previde gli stanziamenti necessari”.
Altro dato emerso dalla riunione, riporta Billi, è che “dei 6,6 milioni di Settlment Scheme rilasciati in tutto dal Home Office, circa 500mila lo sono stati agli italiani; sono 14.000 le domande pendenti da connazionali. Solo il 4% delle domande è stato rifiutato dall’Home Office”.
“Ringrazio e auguro buon lavoro ai consiglieri del CGIE nel Regno Unito Luigi Billè, Giovanni D’Angelo, Elena Remigi ed ai Presidenti dei Comites Alessandro Gaglione (Londra), Alberto Bertali (Manchester) e Giuseppina Arzillo (Edimburgo)”, conclude Billi. “Mi complimento per il lavoro svolto con il Console Generale Marco Villani e con il Console Francesco De Angelis a Londra, con il Console Generale Fabio Monaco ad Edimburgo, con il neo Console Matteo Corradini e con il Console Onorario Giuseppe Termine a Manchester. Ringrazio per l’ospitalità l’Ambasciatore Raffaele Trombetta e tutto lo staff dell’Ambasciata”, (aise)