CORONAVIRUS/ ODOGUARDI (MIRE): ORGOGLIOSI DELL'ITALIA

CORONAVIRUS/ ODOGUARDI (MIRE): ORGOGLIOSI DELL

NEW YORK\ aise\ - Il MIRE e il suo presidente Odoguardi esprimono oggi, con una nota alla stampa, un “ringraziamento speciale a tutti i medici, gli operatori sanitari, i ricercatori e i volontari per il loro lavoro senza sosta negli ospedali per combattere l’emergenza sanitaria e curare i nostri malati”.
“Vogliamo ricordare che rispettare le misure che il Governo ha adottato per contrastare la diffusione del virus non è solo un dovere”, si legge nella nota, “ma un diritto che tutti gli italiani chiedono per cercare di interrompere questa pandemia”.
“Cambiando le abitudini di vita, state compiendo dei sacrifici”, scrive Odoguardi, riconoscendo che “questo non è facile, ma sappiate”, aggiunge, “che con queste vostre rinunce, piccole o grandi, state offrendo un grande contributo prezioso al Paese”.
“L’Italia, con orgoglio, sta dando prova di essere una grande nazione, una grande comunità, unita e responsabile”, osserva Odoguardi. “In questo momento tutto il mondo ci guarda e da noi prende quegli esempi di serietà e consapevolezza con cui, uniti, possiamo tutti insieme combattere questa pandemia e uscirne vincenti”.
L'Italia, ricorda la nota del MIRE, è “il Paese che per primo in Europa è stato colpito più duramente dal coronavirus, ma siamo anche quelli che stanno reagendo con la maggior forza e con la massima precauzione, diventando giorno dopo giorno un modello anche per tutti gli altri”.
“L’Italia e il mondo hanno bisogno della responsabilità di ciascuno di noi, della responsabilità di tutti quei milioni di italiani che sparsi per il mondo e in patria quotidianamente compiono piccoli grandi sacrifici”, conclude Odoguardi. “Per tutta la durata di questa emergenza, diventiamo parte di una medesima comunità”. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi