Dal 10 ottobre i primi adempimenti per i nuovi Parlamentari

ROMA\ aise\ - Ufficializzati i risultati delle elezioni – anche se ancora oggi il Viminale correggeva l’elenco degli eletti con il proporzionale in Italia – i parlamentari si preparano alla prima seduta delle due Camere in programma il 13 ottobre.
Molti gli scranni che rimarranno vuoti: il prossimo Parlamento sarà il primo eletto dopo al riduzione del numero di deputati e senatori. A Montecitorio entreranno in 400, invece dei 630 eletti finora. Tra loro anche 8 eletti all’estero: Simone Billi (Lega), Nicola Carè (Pd), Andrea Di Giuseppe (FdI), Christian Di Sanzo (Pd), Federica Onori (M5S), Fabio Porta (Pd), Tony Ricciardi (Pd) e Franco Tirelli (Maie).
In Senato saranno “solo” in 200, invece dei 315 eletti nel passato. Gli eletti all’estero sono 4, uno per ripartizione: Mario Borghese (Maie), Andrea Crisanti (Pd), Francesco Giacobbe (Pd) e Francesca La Marca (Pd).
Per tutti, dal 10 ottobre inizierà la settimana dedicata alle cosiddette “minuzie”, cioè agli adempimenti amministrativi: fotografia e acquisizione della firma autografa, registrazione dei dati anagrafici, comunicazioni sulle prerogative parlamentari, operazioni per il rilascio del tesserino per le votazioni elettroniche e del codice di attivazione dei servizi informatici.
La Camera ha predisposto un sito dedicato, mentre il Senato mette a disposizione il numero di telefono 06.6706.2255 attivo dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 20.30, fino a venerdì 14 ottobre.
Nella prima seduta del 13 ottobre, gli eletti si divideranno nei gruppi parlamentari prima di eleggere i presidenti di Camera e Senato. (aise)