EUROPEE 2019: DUPLICATI E NON SOLO

EUROPEE 2019: DUPLICATI E NON SOLO

ROMA\ aise\ - Da oggi, 21 maggio, i connazionali residenti in uno dei Paesi dell’Ue che non abbiano ancora ricevuto il certificato elettorale per votare per le elezioni europee potranno fare richiesta di un duplicato al loro consolato di riferimento.
Le modalità di richiesta del certificato – che, inviato dal Ministero dell’Interno, contiene l’indicazione del seggio dove votare – varia da sede a sede: ogni Consolato, in questi giorni, sta pubblicando sul proprio sito web tutte le informazioni a riguardo.
Il duplicato può essere richiesto via mail – prima possibile per dare alle sedi il tempo di verificare la posizione Aire del connazionale – oppure ritirato di persona in Consolato nei giorni del voto, che all’estero sono il 24 e 25 maggio.
Quanto alla ammissibilità al voto dei connazionali che presentino al seggio un certificato elettorale con dati difformi rispetto a quelli presenti sui documenti d’identità dell’elettore (come ad esempio il cognome da sposata aggiunto a quello da nubile presente nel documento rilasciato dal paese di residenza, ma non sull’elenco degli elettori italiano) il Ministero dell’Interno ha inviato una nota con le indicazioni in merito per i Presidenti di seggio:
“[...] nel caso in cui l’Ufficio elettorale di sezione riscontri, in sede di identificazione dell’elettore, identico numero progressivo dell’elettore nella lista sezionale e nel certificato elettorale, ma discordanza tra i dati anagrafici dell’elettore stesso riportati sul certificato elettorale, sulla lista elettorale sezionale e sul documento di identificazione, il Presidente di seggio vorrà comunque considerare valida l’identificazione dell’elettore, procedendo conseguentemente alla sua ammissione al voto. [...]”.
Voto che si terrà nei seggi aperti il 24 e 25 maggio con diversi orari di apertura, in base alle intese raggiunte dalla Farnesina con gli altri Paesi Ue.
Il 17 maggio scorso è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto firmato dal Ministro dell’Interno Salvini con l’elenco dei Paesi e del diverso orario dei seggi.
Il testo del decreto “Determinazione delle date e degli orari di votazione degli elettori italiani residenti negli altri Stati dell'Unione europea per l'elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia”.
“Per l'elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia, le date e gli orari di votazione degli elettori italiani residenti negli altri Paesi dell'Unione europea sono determinati sulla base dell'ora locale, nelle sezioni elettorali istituite in ciascun Stato membro, come segue:
Austria: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 7,00 alle ore 18,00 per Vienna e dalle 7,00 alle 16,00 per le altre sezioni;
Belgio: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 8,00 alle ore 18,00;
Bulgaria: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 7,00 alle ore 18,00;
Cipro: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 21,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 8,00 alle ore 17,00;
Croazia: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 7,00 alle ore 18,00;
Danimarca: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 21,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 8,00 alle ore 18,00 (per Aarhus: sabato 25 maggio chiusura alle ore 16,00);
Estonia: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 7,00 alle ore 18,00;
Finlandia: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 7,00 alle ore 18,00;
Francia: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 7,00 alle ore 18,00 (per Bordeaux e Bastia: sabato 25 maggio chiusura alle ore 14,00; per Dipartimento del Nord, Toulouse, Saint-Quentin, Saint-Jean-le-Blanc (Loiret), Rouen, Rennes, Nantes, Lens, Dijon e Besançon: sabato 25 maggio chiusura alle ore 16,00);
Germania: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 8,00 alle ore 18,00;
Grecia: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17:00 alle ore 22:00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 7,00 alle ore 18,00 (per Rodi: sabato 25 maggio chiusura alle ore 16,00);
Irlanda: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 7,00 alle ore 18,00;
Lettonia: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 7,00 alle ore 18,00;
Lituania: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 21,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 8,00 alle ore 18,00;
Lussemburgo: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,30 alle ore 22,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 8,00 alle ore 18,00;
Malta: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 7,00 alle ore 18,00;
Paesi Bassi: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 16,00 alle ore 21,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 8,00 alle ore 18,00;

Polonia: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 8,00 alle ore 18,00 (per Cracovia: sabato 25 maggio chiusura alle ore 16,00);
Portogallo: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 7,00 alle ore 18,00;
Regno Unito: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00; sabato 25 maggio 2019 dalle ore 7,00 alle ore 18,00 (per Belfast: sabato 25 maggio chiusura alle ore 13,00; per Newcastle upon Tyne: sabato 25 maggio chiusura alle ore 14,00; per Regione Nord-Ovest: sabato 25 maggio chiusura alle ore 15,00; per Aberdeen, Birmingham, Cardiff, Nottingham, Stoke-on-Trent, Exeter e Contea del West Yorkshire: sabato 25 maggio chiusura alle ore 16,00; per Glasgow, Dundee, Bedford, Bristol, Hove (Brighton), Peterborough, Southampton, Wellingborough e Worcester: sabato 25 maggio chiusura alle ore 17,00);
Repubblica Ceca: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00; sabato 25 maggio 2019 dalle ore 7,00 alle ore 18,00;
Romania: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 7,00 alle ore 18,00;
Slovacchia: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 21,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 8,00 alle ore 18,00;
Slovenia: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 7,00 alle ore 18,00;
Spagna: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 8,00 alle ore 18,00 (per le Canarie: sabato 25 maggio chiusura alle ore 13,00; per Baleari ed Alicante: sabato 25 maggio chiusura alle ore 14,00; per Andalusia, Bilbao e La Coruña: sabato 25 maggio chiusura alle ore 17,00);
Svezia: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 7,00 alle ore 18,00 (per Malmö: sabato 25 maggio chiusura alle ore 16,00);
Ungheria: venerdì 24 maggio 2019 dalle ore 17,00 alle ore 22,00;
sabato 25 maggio 2019 dalle ore 7,00 alle ore 18,00”. (aise) 

Newsletter
Archivi