Giorno della Memoria/Garavini (Iv): politica e istituzioni siano esempio contro ogni forma di odio

ROMA\ aise\ - “Ricordare è un monito concreto per il futuro, affinché siamo sempre consapevoli, oggi e nelle generazioni future, che il disegno criminale delle leggi razziali e della Shoah è stato possibile anche a causa dell'indifferenza collettiva. Dietro ogni aggressione, verbale o fisica, si nasconde il pericolo di una deriva. Ecco perché non dobbiamo abbassare mai la guardia contro la contrapposizione violenta, che sia di natura religiosa, culturale o politica: non dobbiamo mai girarci dall'altra parte, ma essere noi stessi argine”. Queste le parole di Laura Garavini, senatrice di Italia Viva eletta in Europa, alla vigilia del 77° Giorno della Memoria.
“Proprio in questa legislatura - ha aggiunto in una nota Garavini -, con la Commissione Segre, stiamo svolgendo un lavoro accurato per fare in modo che i fenomeni di odio siano contrastati anche nelle loro nuove forme, incluso il web. Le istituzioni, la politica, sono chiamati a essere esempio. E a rifuggire, per primi, il linguaggio violento e la demonizzazione dell'avversario”, ha concluso la senatrice. (aise)