Il senatore Giacobbe (PD) alla riunione dei membri de Consiglio Nazionale delle Camere di Commercio Italiane in Australia

MELBOURNE\ aise\ - Si è svolta oggi la riunione dei membri del Consiglio nazionale delle Camere di Commercio Italiane in Australia. Alla riunione, presieduta dal coordinatore delle camere di commercio italiane in Australia Luca Scribani Rossi, hanno partecipato il nuovo segretario generale dell’Assocamerestero, Domenico Mauriello, e il senatore PD eletto in Australia Francesco Giacobbe.
Nel corso del suo intervento, il senatore Giacobbe ha innanzitutto ringraziato le Camere di Commercio australiane per le iniziative passate ed in corso di attuazione. Si tratta di eventi di altissimo livello, con la partecipazione dei decision makers istituzionali locali, che permettono alle aziende italiane ed agli imprenditori australiani di origine italiana, di valutare nuove opportunità. Ha quindi sottolineato l'eccellente lavoro svolto e che continuano a svolgere a servizio dell'Italia da parte di tutta la rete delle Camere di Commercio Italiane all'estero.
“Tra le tante risorse che l'Italia ha e deve valorizzare nel mondo c’è sicuramente la rete delle Camere di Commercio”, ha detto Giacobbe. “Sono le sentinelle sui territori, sono a stretto contatto con il tessuto economico dei luoghi dove sono costituite e questo è il loro valore aggiunto. Ci avviamo, spero, ad una fase che possiamo guardare come post-pandemia, che”, ha osservato il parlamentare, “ci permetterà di guardare al futuro con maggiore positività; questa crisi, che non è stata solamente sanitaria, ma anche economica, deve essere colta da tutti come una grande opportunità per lo sviluppo e la crescita. In questo senso”, ha continuato, “l'Italia e i suoi prodotti e servizi hanno un valore aggiunto e credo che grazie al lavoro delle Camere di Commercio tutto questo possa attecchire in tutti i territori sviluppando ancora di più il modello Italia“.
Il senatore Giacobbe ha voluto dare anche una panoramica delle attività che in questi mesi si sono svolte in seno al Parlamento italiano per rafforzare il Made in Italy e l'export. Ha poi preso atto delle relazioni dei presidenti delle Camere di Commercio Luca Scribani Rossi, Raffaele Iannizzotto e Filippo D’Arrò e dei segretari Giovanni Caniglia, Federica Marinatto, Rachele Grassi e Chiara Giovanrosa e si è complimentato con loro per i risultati conseguiti e per il significativo allargamento della base associativa. Di particolare nota per Giacobbe il consolidamento della Camera di commercio di Perth, sotto la guida del presidente Iannizzotto e l’attenzione ai giovani imprenditori della Camera di commercio di Brisbane sotto la guida del presidente D’Arrò.
“Il mio impegno in questi mesi ha avuto come obiettivo far prendere coscienza alle nostre Istituzioni del grande valore rappresentato nel mondo dal network delle Camere di Commercio”, ha riferito Giacobbe, che lo ha ribadito anche “nel parere espresso dalla Commissione Industria del Senato al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) in cui si è voluto sottolineare che bisogna valorizzare il ruolo delle comunità italiane nel mondo, con particolare riferimento alla rete delle camere di commercio italiane all'estero, mediante le quali favorire la promozione dell'Italia e l'export di beni e servizi Made in Italy, esplorare possibilità di investimento e nello stesso tempo stimolare investimenti dall'estero verso l'Italia”, ha concluso. (aise)