Nissoli (Fi): lavorare in maniera unitaria per risolvere concretamente i problemi degli italiani all’estero

ROMA\ aise\ - “Oggi il Governo ha risposto, in Commissione esteri, alla mia interrogazione n. 5-06258, in cui chiedevo la riduzione del numero minimo di firme per la presentazione delle liste elettorali in vista delle elezioni dei Comitati per gli italiani all’estero del 3 dicembre 2021. La Vice ministro Sereni ha raccolto le mie preoccupazioni ed ha mostrato un orientamento favorevole alla modifica della normativa, sull’esempio di quanto già fatto per le elezioni amministrative, prevedendo una riduzione del numero dei sottoscrittori”. A dichiararlo è stata l’on. Fucsia Fitzgerald Nissoli, deputata di Forza Italia eletta in Nord e Centro America.
“Successivamente - ha aggiunto l’eletta all’estero -, il dibattito sulle politiche per gli italiani all’estero è proseguito con l’audizione, in Commissione esteri, del Sottosegretario Della Vedova dove ho dato la mia disponibilità a contribuire a risolvere in maniera sinergica e unitaria i problemi che sono all’ordine del giorno per le nostre Comunità all’estero: dal sovraccarico dei lavori per la rete consolare, che significa difficoltà nell’erogazione dei servizi, alla promozione della nostra identità culturale, senza dimenticare questioni come l’identità digitale, il riconoscimento delle patenti e l’organizzazione delle elezioni dei Comites”.
Infine, Nissoli ha spiegato di ritenere che “bisogna agire in maniera unitaria per risolvere concretamente i problemi ed affrontare le emergenze”. (aise)