ONLINE IL NUOVO NUMERO DI “PRIMA DI TUTTO ITALIANI”

ONLINE IL NUOVO NUMERO DI “PRIMA DI TUTTO ITALIANI”

ROMA\ aise\ - Semaforo rosso per il Nutri-score: apre così il numero di gennaio-febbraio 2020 di “Prima di Tutto Italiani” foglio del Ctim diretto da Francesco De Palo, che introduce un focus sull’azione dell’agenzia che dà le patenti al cibo europeo.
“La Camera dei deputati ha detto no (grazie ad una mozione di Fratelli d’Italia) al ‘Nutri-Score’, il sistema di etichettatura a semaforo dei prodotti agroalimentari di proprietà di un’agenzia del governo francese”, si legge in prima pagina. “Qualche giorno fa un servizio giornalistico nel programma d’inchiesta ‘Dritto e Rovescio’ di Rete 4, si raccontava l’esperienza di un’italiana residente a Nizza che, dopo la spesa quotidiana, analizzava i vari prodotti acquistati. Mentre quelli francesi avevano quasi sempre una lettera A o B, ovvero ad indicare una buona qualità, quelli italiani una D che indica evidentemente un livello qualitativo più basso. Possibile che il prosciutto di Parma sia meno buono di quello d’Oltralpe?”.
Da segnalare sul nuovo numero il volume “10 febbraio, dalle foibe all’esodo” scritto da Roberto Menia, padre della legge sul Giorno del ricordo; il caso degli insulti agli italiani dalla vicepresidente argentina Cristina Kirchner; il ricordo di Kobe Bryant ed il suo rapporto con l’Italia vergato da Gianni Meffe; e il polemicamente di Francesco De Palo sulla crisi strutturale e paludosa della politica italiana. (aise) 

Newsletter
Archivi