Siragusa (Ev): Ius sanguinis va cambiato

ROMA\ aise\ - "È folle che in Italia si continui a negare la cittadinanza a migliaia di giovani di origini straniere nati e cresciuti nel nostro Paese, e dunque a negare loro il diritto di voto, mentre a milioni di stranieri che non hanno nulla a che fare con l’Italia si riconosce la cittadinanza per diritto di sangue, grazie ad un avo italiano emigrato all’estero oltre un secolo fa". Così Elisa Siragusa, deputata di Europa Verde-Verdi Europei, eletta in Europa, che commenta le dichiarazioni di Emerson Fittipaldi, campione del mondo di Formula 1 del 1972 e 1974, annunciato tra i candidati al Senato di Fratelli d’Italia per la circoscrizione sudamericana.
“La trasmissione della cittadinanza italiana iure sanguinis, che il candidato di Fdl nella circoscrizione Sudamerica Fittipaldi dichiara di voler difendere, a tutta la propria discendenza senza limiti generazionali – spiega la deputata – è una follia tutta italiana che ha evidenti ripercussioni sugli italiani all’estero e sulla rappresentatività, se si pensa che già oggi si stimano 80 milioni di oriundi nel mondo, potenziali cittadini italiani".
“Un mio emendamento al testo sulla cittadinanza – ricorda Siragusa -prevedeva di limitare la trasmissione iure sanguinis alla quarta generazione. Purtroppo il provvedimento non si è potuto discutere per via della caduta del governo".
"Lo Ius sanguinis va cambiato – conclude la deputata di Europa Verde – è inconcepibile che nessun partito ne parli". (aise)