Ungaro (Iv) alla presentazione del volume “Il PNRR dei giovani, come saranno spesi i vostri soldi”

ROMA\ aise\ - “Domani, 7 luglio, alle ore 18.00, si terrà presso la Sala stampa della Camera dei Deputati la presentazione del volume del Professor Gaetano Scognamiglio intitolato “Il PNRR dei giovani, come saranno spesi i vostri soldi””. Ne dà notizia Massimo Ungaro, deputato di Italia viva eletto in Europa, che interverrà ai lavori in quanto coordinatore dell’intergruppo parlamentare “Next Generation Italia” per l’equità intergenerazionale e le politiche giovanili.
“Insieme all’autore del libro, - riporta il parlamentare – interverranno i relatori Luciano Hinna, professore di economia delle aziende pubbliche e Gustavo Piga, ordinario di Economia Politica, che metteranno in evidenza le misure del PNRR a favore dei giovani, dalla scuola, alla formazione, alle politiche attive del mercato del lavoro, misure che mirano a porre rimedio al gravissimo divario generazionale del nostro paese”.
“Il PNRR – ricorda Ungaro – costituisce per l’Italia il principale strumento per costruire un nuovo patto fra generazioni e riaffermare con forza il principio democratico dell’uguaglianza di opportunità. L’implementazione del PNRR sarà infatti nei prossimi anni la principale sfida per il nostro paese, una sfida che potremmo affrontare solo con una guida politica consapevole della gravità del disagio giovanile, della necessità di mantenere la barra dritta nella direzione delle riforme e con una partecipazione attiva dei cittadini. In effetti una delle conseguenze più devastanti del divario generazionale in Italia è la crescente disaffezione dei giovani verso la politica e le istituzioni. Meno i giovani si interessano alla politica, meno la politica sembra occuparsi di loro, alimentando a sua volta l’astensionismo giovanile, un pericoloso circolo vizioso che occorre arrestare il prima possibile. Sarà un piacere – conclude – dare il mio personale contributo in quanto coordinatore dell’intergruppo parlamentare “Next Generation Italia” per l’equità intergenerazionale e le politiche giovanili”. (aise)