Ungaro (Iv): con gli ITS l’Italia torna a investire sulla formazione per sostenere occupazioni e autonomia giovanile

ROMA\ aise\ - “Il potenziamento del sistema dell’Istruzione Tecnica Superiore permetterà al nostro paese di mettere in campo misure per superare il disallineamento fra le competenze tecnico-professionali dei giovani e le richieste del mondo del lavoro”. Così l’On. Massimo Ungaro, deputato di Italia Viva, eletto in circoscrizione Estero-Europa.
Per Ungaro il provvedimento inoltre “darà a tanti giovani gli strumenti per trovare lavoro, lavoro di qualità - gli ITS hanno un indice di occupazione dell’80% - e quindi rendersi autonomi, lasciandosi alle spalle la precarietà, uno degli impegni inclusi nella mozione per l’occupazione giovanile approvata da questa Camera senza voti contrari poche settimane fa”. Si è trattato in quella occasione, ricorda Ungaro, di “un impegno incluso nel documento congiunto dell’Intergruppo parlamentare “Next Generation Italia” per l’equità inter-generazionale e soprattutto ripreso nel Recovery Plan presentato dall’Italia all’Unione Europea che infatti alloca 1,5 miliardi di euro per decuplicare il numero di studenti iscritti agli ITS entro il 2026”.
Ungaro parla di “misure urgenti e necessarie per contrastare la grave crisi giovanile che sta attraversando il nostro paese” e spiega che “per questo motivo come IV abbiamo votato a favore del provvedimento, una proposta di legge che riprende anche le proposte del collega On. Gabriele Toccafondi, capogruppo di IV in Commissione Cultura e relatore del provvedimento“. conclude. (aise)