Contrattisti Maeci: sì del Senato al testo Ciprini/ La soddisfazione di Confsal Unsa Esteri

ROMA\ aise\ - “È con immenso piacere che comunico che nella giornata di oggi la Commissione Lavoro del Senato della Repubblica ha approvato in sede deliberante la proposta di legge a firma dell’On. Tiziana Ciprini e altri recante “Modifiche al titolo VI del decreto del Presidente della Repubblica 5 gennaio 1967, n. 18, in materia di personale assunto a contratto dalle rappresentanze diplomatiche, dagli uffici consolari e dagli istituti italiani di cultura””. Con soddisfazione e “orgoglio” il coordinamento esteri della Confsal Unsa rilancia la notizia dell’approvazione in Senato del testo licenziato dalla Camera l’11 dicembre 2019.
Una riforma, sottolinea il sindacato, “che rappresenta una svolta epocale nel percorso di riconoscimento della dignità e dei diritti inderogabili dei lavoratori a contratto del MAECI e che si colloca come premessa, preziosa ed imprescindibile, per il lavoro di miglioramento e di sostegno che questa sigla continuerà a svolgere con sempre più forza a sostegno di ogni singolo lavoratore”.
“Vogliamo ringraziare, a nome di tutti gli impiegati a contratto e di Confsal Unsa Esteri ogni parlamentare che ne ha sottoscritto il testo e che si è speso a sostegno di questo percorso legislativo, che ha vissuto anche momenti di complessità e di stallo, - conclude la nota – unitamente ad un ringraziamento al sottosegretario Di Stefano che ha sostenuto il progetto di legge fin dalle prime battute. Quella che era una proposta, un progetto, un’ambizione, è diventata ora legge. Ne siamo veramente orgogliosi!”. (aise)