“PALADINI DELL’ANTIMAFIA”: A STOCCARDA L’EVENTO DELLE ACLI CON FRANCO LA TORRE

“PALADINI DELL’ANTIMAFIA”: A STOCCARDA L’EVENTO DELLE ACLI CON FRANCO LA TORRE

STOCCARDA\ aise\ - Si terrà il prossimo 6 dicembre, alle 18.30 presso l’Hospitalhof – Johannes Reuchlin Saal di Stoccarda, l’incontro organizzato dalle ACLI Baden-Württemberg dal titolo “Paladini dell’Antimafia”. Ospite d’onore della serata, il professor Franco La Torre, con il quale proseguirà il tema “per una cultura della legalità”, al centro di una serie di incontri.
Antonello Montante, presidente di Confindustria Sicilia e vicepresidente nazionale con delega alla “legalità” dell’associazione degli industriali italiani, per molti anni è stato considerato il paladino dell’antimafia per eccellenza. Per un decennio, ha ammaliato politici, giornalisti, associazioni e amministrazioni pubbliche.
Nel momento in cui (nel 2006) Confindustria Sicilia annuncia che saranno cacciati dall'associazione tutti gli imprenditori scoperti a pagare il pizzo a Cosa nostra, Antonello Montante e Ivan Lo Bello diventano i paladini di questo atto rivoluzionario.
Il 9 febbraio 2015 i giornalisti di Repubblica Attilio Bolzoni e Francesco Viviano in un articolo sulla prima pagina di Repubblica svelano l’indagine per mafia a carico del paladino dell’antimafia, e pongono diversi interrogativi sulla genuinità di quella “rivoluzione”.
Antonello Montante, il finto paladino dell’antimafia andato a processo per vari reati e tuttora indagato per concorso esterno in associazione mafiosa, ha subito recentemente una pesante condanna di primo grado a 14 anni per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e accesso abusivo a sistema informatico.
Franco La Torre, spiegherà come questa storia non è una storia siciliana, ma ha dimensioni nazionali. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi