A rischio chiusura i corsi di italiano a Zurigo: l’appello della Uil Scuola Svizzera al Cgie

ZURIGO\ aise\ - “Dopo quasi due mesi dall’inizio dell’anno scolastico, un numero notevole di corsi di italiano di scuola primaria e dell’infanzia della circoscrizione consolare di Zurigo sono senza docenti, per i gravi ritardi da parte del Maeci dell’invio del personale scolastico di ruolo, rischiando la sospensione di numerosi corsi di italiano e negando alle famiglie dei nostri connazionali questo essenziale strumento di diffusione della lingua e della cultura italiana”. È quanto si legge in una nota della Uil Scuola Svizzera in cui si denunciano i ritardi nelle nomine dei docenti.
“Tenuto conto che le necessarie procedure richiederanno diversi mesi per riattivare i suddetti corsi di italiano, - continua il sindacato – per evitare una vera e propria paralisi del servizio scolastico per la nostra comunità residente nella circoscrizione consolare, la decisione del Maeci non è stata, in analogia allo scorso anno, l’attribuzione temporanea agli enti gestori promotori sul territorio la gestione delle iniziative linguistiche. Al contrario, nelle scorse settimane sono stati assegnati, con ordini di servizio dell’Ufficio scolastico Consolare di Zurigo, corsi di lingua italiana per alunni della scuola dell’infanzia e primaria a docenti di ruolo della scuola secondaria, senza il possesso dei necessari titoli e requisiti”.
A seguito di questa decisione, “i docenti della Uil scuola di Zurigo hanno presentato denuncia e chiesto la tutela dell’Ufficio Legale Nazionale della Uil scuola, sulla legittimità di tali atti, al fine di avviare le opportune iniziative giudiziali”. Oltre a questo, il sindacato lancia “un appello al Consiglio generale degli Italiani all’estero e in particolare ai rappresentanti della Comunità italiana in Svizzera per sollecitare un immediato intervento nei confronti del Console generale di Zurigo, dell’ambasciatore d’Italia in Svizzera, al fine di individuare idonee soluzioni atte a garantire con l’utilizzo di personale in possesso dei titoli richiesti una adeguata e professionale offerta linguistica agli studenti e alle famiglie italiane di Zurigo”. (aise)