Arturo Luzzi nuovo Ambasciatore ad Abidjan

ROMA\ aise\ - “La Costa d’Avorio è un grande Paese, punto di riferimento del Continente africano: è interesse reciproco rendere strategico il partenariato bilaterale. Iniziative comuni a tutela della pace e dell’ambiente, dialogo politico strutturato, forti relazioni economiche e culturali: questi gli obiettivi della mia missione”. Così Arturo Luzzi, da oggi nuovo Ambasciatore d'Italia ad Abidjan.
Tarantino, classe 1961, Luzzi si laurea in scienze politiche all’Università di Firenze ed entra in carriera diplomatica nel 1987. Il primo incarico alla Farnesina è all'Ispettorato Generale del Ministero e degli Uffici all'estero.
Nel 1989, è secondo segretario ad Addis Abeba dove viene confermato con funzioni di Primo segretario fino al 1992, anno in cui lascia l’Etiopia per il Marocco dove svolge funzioni di primo segretario commerciale.
Nel 1997 torna a Roma, prima come Capo Segreteria della Direzione Generale Relazioni Culturali e poi come Capo Segreteria della DG Promozione e Cooperazione Culturale.
Nel 2001 vola a Tripoli dove rimane fino al 2005 quanto torna alla Farnesina, questa volta alla Dg Paesi Mediterraneo e Medio Oriente.
Nell’aprile 2010 è posto alle dirette dipendenze del Direttore Generale per i Paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente, come Coordinatore per i Paesi del Maghreb, ma a dicembre passa alle dirette dipendenze del Direttore Generale per gli Affari Politici e di Sicurezza.
Nel 2011 è Ambasciatore a Dakar, accreditato, con credenziali di Ambasciatore, anche a Nouakchott (Mauritania), a Banjul (Gambia), a Cidade de Praja (Capo Verde), a Bamako (Mali), a Conakry (Guinea) e a Bissau (Guinea Bissau).
Nel 2016, di nuovo al Ministero, è alle dipendenze del Direttore Generale per la Mondializzazione e le Questioni globali. A marzo dello stesso anno viene nominato Inviato Speciale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per il Sahel.
Nel 2017 è Ambasciatore ad Addis Abeba, accreditato anche a Gibuti (Gibuti) e a Juba (Sud Sudan), con credenziali di Ambasciatore e presso l'Unione Africana (fino al 16 aprile 2018) e l'IGAD (Inter-Governmental Authority on Development) con titolo e rango di Ambasciatore, incarico che ora lascia per Abidjan. (aise)