L’ITALIA PROTAGONISTA A STANFORD

L’ITALIA PROTAGONISTA A STANFORD

SAN FRANCISCO\ aise\ - Si terrà oggi, 18 ottobre, all’Università di Stanford il Forum sull’Innovazione Italia-Stati Uniti.
L’evento è organizzato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dall’Agenzia ICE con il sostegno di Confindustria, in collaborazione con i Dipartimenti di Scienze dei Materiali ed Ingegneria e di Medicina dell’Università di Stanford.
Il Forum si inserisce nel contesto della visita ufficiale negli Stati Uniti del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che assisterà ai lavori della conferenza.
Il convegno, primo nel suo genere organizzato dall’Italia nella Silicon Valley e negli Stati Uniti in generale, rappresenta un momento strategico per l’intensificazione delle relazioni tra l’Italia e gli Stati Uniti in ambito scientifico-tecnologico. Al centro del simposio sarà il dialogo tra rappresentanti e dirigenti del settore Hi-Tech italiano e della Silicon Valley, insieme a studiosi e studenti.
Il Forum rappresenterà un’occasione per incoraggiare la collaborazione tra ricercatori e leader nei settori tecnologico, industriale e scientifico, e per migliorare la conoscenza in termini di ricerca nel settore tecnologico e lo stato dell’innovazione tecnologica in Italia e nella Silicon Valley.
La sessione introduttiva sarà aperta dal decano della facoltà di Ingegneria di Stanford, Jennifer Widom, e prevede interventi del ministro per l'Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione, Paola Pisano, del presidente del gruppo di lavoro "Research & Development" di Confindustria, Daniele Finocchiaro, e del presidente dell’Agenzia ICE, Carlo Ferro.
Il Forum si articolerà in tre panel rispettivamente dedicati a "Big Data & Machine Learning in Life Sciences, Robotics and Artificial Intelligence", "Advanced Manufacturing & Industry 4.0, Mobility & Smart Cities" e "Space Industry, Science & Technology".
I risultati delle discussioni dei tre panel saranno poi oggetto di un dibattito che si terrà alla presenza del presidente della Repubblica e sarà aperto dal ministro Pisano. I relatori saranno Giorgio Metta, direttore dell’Istituto Italiano di Tecnologia, Marco Pavone, direttore dell’Autonomous Systems Laboratory a Stanford, e Giorgio Saccoccia, presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana.
Successivamente, l’amministratore delegato di Enel, Francesco Starace, e il fondatore di Nextdoor, Nirav Tolia, illustreranno la loro visione per il futuro dell’innovazione, l’impatto in tema di sviluppo economico e sociale, le sfide da affrontare e le opportunità da cogliere.
Al simposio sarà presente un pubblico di aziende di settore italiane ed americane, centri di ricerca, università e start-up dei due Paesi, investitori della Silicon Valley, professori e studenti di Stanford, nonché stampa italiana ed americana.
Chiuderà i lavori il decano della Scuola di Medicina di Stanford, Lloyd B. Minor.
Nel pomeriggio, il Forum prevede tre tavole rotonde su temi economici e di ricerca nelle aree di attività discusse durante i panel della mattina.
Ai margini del Forum, il presidente della Repubblica Mattarella incontrerà il presidente di Stanford, Marc Tessier-Lavigne. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi