Bicentenario della rivoluzione greca: il messaggio di Mattarella alla presidente Sakellaropoulou

foto d'archivio

ROMA\ aise\ - “Con grande piacere mi rivolgo a lei, cara Presidente, per far pervenire alle donne e agli uomini della Repubblica Ellenica le più sentite felicitazioni della Repubblica Italiana e i miei migliori auguri in occasione del bicentenario dell’inizio della rivoluzione greca. Questa ricorrenza di valore altamente simbolico, anche nella memoria storica italiana, si celebra in un momento in cui i nostri Paesi sono chiamati ad affrontare – insieme agli altri Stati membri dell’Unione Europea e al resto della comunità internazionale – la sfida della pandemia e delle sue conseguenze sul piano sociale ed economico”. Inizia così il messaggio che il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato alla Presidente della Repubblica Ellenica, Katerina Sakellaropoulou, in occasione del bicentenario.
“Tale eccezionale congiuntura, tuttavia, rappresenta anche l’occasione per rafforzare ulteriormente il dialogo fra Atene e Roma, come abbiamo potuto constatare in occasione della sua graditissima visita al Quirinale dell’ottobre scorso”, ricorda il Capo dello Stato. “Ci attende ora un periodo di ricostruzione, impegnativo ma ricco di opportunità per ripensare i modelli di sviluppo su cui si fondano le nostre società e renderli più sostenibili e dinamici”.
“Insieme – sottolinea Mattarella – Grecia e Italia sono chiamate a promuovere una visione ispirata a principi di solidarietà e responsabilità che consenta all’Unione Europea di rinnovarsi, di rispondere in maniera sempre più efficace alle esigenze dei nostri concittadini e di raggiungere obiettivi ambiziosi anche nella sempre più necessaria dimensione di una comune proiezione internazionale. In questo impegno, sono certo che quali Paesi europei mediterranei troveremo l’uno nell’altro un sicuro sostegno. Con tali auspici, - conclude – mi è gradito esprimerle fervidi auguri di benessere per la sua persona e di prospero avvenire per l’amico popolo ellenico”. (aise)