MATTARELLA BACCHETTA LAGARDE

MATTARELLA BACCHETTA LAGARDE

ROMA\ aise\ - “L’Italia sta attraversando una condizione difficile e la sua esperienza di contrasto alla diffusione del coronavirus sarà probabilmente utile per tutti i Paesi dell’Unione Europea. Si attende quindi, a buon diritto, quanto meno nel comune interesse, iniziative di solidarietà e non mosse che possono ostacolarne l’azione”. Le dichiarazioni di Christine Lagarde non sono piaciute al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che con queste parole ha replicato alle frasi pronunciate ieri dalla presidente della Bce.
“Non siamo qui per ridurre gli spread, non è la funzione della Bce. Ci sono altri strumenti e altri attori per gestire queste questioni”, aveva detto ieri Lagarde in conferenza stampa, causando il tonfo dei titoli di Stato dell'Italia, proprio mentre il Paese è intento ad affrontare l'epidemia da Coronavirus, la più grave da oltre mezzo secolo. Una epidemia che, va ricordato, inizia ad emergere in tutta la sua gravità anche negli altri Paesi membri dell'Ue.
Gli effetti delle dichiarazioni di Lagarde, con un balzo record dello spread italiano passato in pochi minuti da 1,22% a 1,88%, sono stati giudicati “devastanti” dal Quirinale che ha deciso dunque di intervenire anche alla luce della riunione che si terrà oggi in Commissione europea e del summit dei ministri economici dell'Eurogruppo, in programma lunedì a Bruxelles. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi