Quirinale: niente di fatto alla terza votazione

ROMA\ aise\ - Neanche al terzo scrutinio è stata raggiunta la maggioranza richiesta (673 voti) per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica.
Si sono appena concluse alla Camera le operazioni di spoglio: la maggioranza dei grandi elettori ha ancora votato scheda bianca, ma sono cresciuti rispetto ai primi due scrutini i voti al presidente uscente Mattarella.
A lui sono andati, infatti, 125 voti, contro la trentina dei giorni scorsi. A seguire Guido Crosetto, votato alla seconda chiama da Fratelli d’Italia, ma non solo, visto che ha ottenuto 114 voti.
Domani si torna a votare dalle 11.00. Come previsto dalla Costituzione, non servirà più la maggioranza dei due/terzi, ma basterà quella assoluta (la metà più uno degli aventi diritto al voto). (aise)