TURISMO SOSTENIBILE: DELEGAZIONE CINESE IN VISITA IN TRENTINO

TURISMO SOSTENIBILE: DELEGAZIONE CINESE IN VISITA IN TRENTINO

TRENTO\ aise\ - Dalla prefettura di Kunming, capitale della provincia dello Yunnan, nel sud-ovest della Cina, sono arrivati a Trento ieri, 21 gennaio, per studiare i temi della sostenibilità, applicata in primo luogo al turismo, e per avviare la cooperazione economica tra le due regioni.
Questi gli obiettivi principali della visita della delegazione cinese proveniente da una provincia in parte montuosa, che ha diverse caratteristiche in comune con il Trentino, oltre ovviamente ad alcune diversità (a partire dal numero di abitanti, oltre 47 milioni nel 2015). Fra le altre cose, lo Yunnan è la provincia cinese dove esiste la maggiore densità di minoranze riconosciute – diverse dall’etnia dominante in Cina, quella Han, – oltre una ventina. Ciò, assieme al clima favorevole e alle molte bellezze paesaggistiche, spiega perché questa zona dell’immenso Paese stia attirando flussi crescenti di turisti. Accolta nel Palazzo della Provincia dall’assessore allo sviluppo economico e lavoro, Achille Spinelli e dal dirigente del Servizio attività internazionali Raffaele Farella, la delegazione ha partecipato ad una serie di confronti nel corso dei quali sono stati esaminati i diversi aspetti della sostenibilità in Trentino. La giornata di lavoro ha offerto l’opportunità per una conoscenza reciproca sul piano economico e scientifico-tecnologico nella prospettiva di avviare attività di collaborazione e interscambio.
Nella mattinata di ieri la delegazione ha partecipato ad una presentazione generale del Trentino da parte del Servizio attività internazionali. A seguire, un confronto sul turismo sostenibile con il dirigente del servizio Trasporti pubblici e mobility manager Roberto Andreatta, e Angiola Turella, dirigente del Servizio urbanistica e tutela del paesaggio. Nel pomeriggio il gruppo ha partecipato al seminario sulla valorizzazione del patrimonio ambientale in un’ottica turistica, con Paolo Grigolli, direttore dell’area turismo della Trentino School of Management. Quindi l’incontro con l’assessore Spinelli.
La provincia dello Yunnan è un territorio ricco di montagne – alcuni picchi superano i 6000 m. – e di biodiversità, oltre che di risorse naturali, dall'acqua ai minerali. Negli ultimi anni sta ora puntando, anche in virtù di una crescita sostenuta, a divenire il centro economico-logistico dell’intera area. La delegazione proveniente dalla capitale Kunming è particolarmente interessata a conoscere le politiche del Trentino per la valorizzazione del patrimonio naturale, in un'ottica orientata in particolar modo al turismo sostenibile, ma anche quelle relative alla ricerca, all'innovazione, alle reti.
"Kunming - ha detto il direttore della Commissione statale per la vigilanza e l'amministrazione Chen Hao, portando i saluti della delegazione - è nota per essere la “Città della primavera” e la “Capitale dei fiori”. È una città caratterizzata da un clima primaverile tutto l'anno ma è anche collocata in posizione strategica per i collegamenti con il Sud-Est asiatico e l'export internazionale. La città raccoglie oltre il 75% delle imprese di alta tecnologia dello Yunnan, 45 istituzioni di istruzione superiore, con 620.000 studenti e 121 istituzioni di ricerca scientifica, con più di 70.000 ricercatori".
"Vi ringraziamo per la vostra visita - ha detto a sua volta l'assessore Spinelli -. È stato un piacere per noi accogliervi, così come abbiamo fatto altre volte per delegazioni provenienti da altre aree del vostro Paese. Ci auguriamo che qui in Trentino possiate raccogliere qualche spunto importante per la pianificazione del vostro futuro. Siamo un piccolo territorio che però destina in Ricerca & Sviluppo circa il doppio rispetto all'indice nazionale, il che ci ha consentito di raggiungere risultati significativi, riconosciuti internazionalmente. Speriamo che dalla vostra visita possano nascere rapporti duraturi e anche qualche accordo fra realtà trentine e dello in campo economico e scientifico-tecnologico".
Fra gli interessi manifestati dalla delegazione, c’è stato anche quello di approfondire la conoscenza dei progetti e delle pratiche più avanzate nel campo della gestione “green” della zona del Lago di Garda, visitato lunedì scorso, così da mutuare spunti e progettualità per lo stesso Yunnan, territorio molto ricco di laghi e corsi d’acqua e produttore di energia idroelettrica, e per la città di Kunming, che si affaccia su uno degli specchi d'acqua più importanti della provincia. (aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli