Allora!/ Gli Scalabriniani festeggiano 70 anni di ‘Humilitas’

SYDNEY\ aise\ - “Solenni festeggiamenti nella Chiesa dell’Immacolata a Unanderra per i 70 anni dei Padri Scalabriniani in Australia, a ricordo dei primi padri Nino Setti, Dante Orsi, Ignazio Militello e Tarcisio Prevedello giunti dal Nord America il 2 novembre 1952 per mettere le basi della nuova missione. Cinque anni più tardi, la fondazione della Provincia Santa Francesca Cabrini, dopo che i missionari Scalabriniani da cinque anni sostenevano il clero locale nella cura pastorale degli immigrati italiani. Fu grazie all’arrivo di più missionari scalabriniani, negli anni 60, che la Congregazione stabilì la sua presenza in diverse parti dell’Australia e presto divenne un punto di riferimento per le comunità migranti locali e per la Chiesa locale”. È quanto si legge su “Allora!”, progetto editoriale diretto a Sydney da Franco Baldi.
“In apertura della celebrazione, prima della Santa Messa, sono stati portati in processione alcuni oggetti rappresentativi della missione scalabriniana in Australia e nell’intera provincia che comprende Filippine, Taiwan, Indonesia, Giappone e Vietnam. Tra questi, il crocifisso consegnato ai missionari scalabriniani, una foto ricordo del 1960 raffigurante la fondazione della Federazione Cattolica Italiana in Australia e un quadro con le immagini dei Villaggi Scalabrini.
Nell’officiare la celebrazione liturgica accuratamente preparata, il Vescovo di Wollongong Mons. Brian Mascord DD ha ricordato con pienezza d’animo i giorni della sua infanzia a Newcastle, dove per la prima volta venne a contatto con i Missionari di San Carlo. Al termine della Santa Messa, particolari ringraziamenti sono andati alla Federazione Cattolica Italiana e alla Segreteria della Casa Provinciale per l’organizzazione dell’evento.
I festeggiamenti sociali sono continuati al Fraternity Club di Fairy Meadow, alla presenza di oltre 150 ospiti, federati ed amici della Famiglia Scalabriniana. Con il discorso di apertura del Superiore Provinciale, Padre Ignacio Gutiérrez, cs, si è tracciata la storia dei Padri Scalabriniani sin dall’arrivo in Australia. Ha inoltre preso la parola il Sindaco di Wollongong, Gordon Bradbery, che ha voluto riaffermare come l’Australia abbia avuto modo di apprezzare la testimonianza cristiana dei Padri Scalabriniani e come ancora molto bisogna fare affinché i valori cristiani siano preservati.
Il CEO dei Villaggi Scalabrini, Richard de Haast, ha ricordato che la missione di Scalabrini non va oltre all’assistenza agli anziani. Scalabrini fu “Il Padre dei Migranti” ma anche “l’Apostolo del Catechismo” e nel futuro bisogna trovare nuovi modi per rafforzare la missione dei Padri Scalabriniani.
A fungere da Maestra di Cerimonia, Franca Facci, Presidente dell’Illawarra Migration Heritage Project Committee e nota personalità della comunità italiana di Wollongong, che ha ricordato come nell’Illawarra i Padri Scalabriniani continuino ad essere una presenza importante di riferimento, non soltanto per gli Italiani ma per ogni cattolico. Una testimonianza particolare è stata data da Suor Kerry Gardiner rsj a nome della consorella Suor Anne O’Connell rsj che ha ricordato il grande contributo dato dagli scalabriniani alla parrocchia di Unanderra, le tradizioni italiane e la cura liturgica e formativa dei fedeli.
A conclusione dei festeggiamenti, un video commemorativo dei 70 anni di presenza dei Padri Scalabriniani in Australia ha fatto rievocare il profondo valore della congregazione nel tessuto religioso, sociale e culturale in questa lontana terra”. (aise)