DIPARTIMENTO DI ITALIANISTICA ALL’UNIVERSITÀ DI FIUME: LE LEZIONI CORRONO ONLINE – DI VIVIANA CAR

DIPARTIMENTO DI ITALIANISTICA ALL’UNIVERSITÀ DI FIUME: LE LEZIONI CORRONO ONLINE – di Viviana Car

FIUME\ aise\ - “Come tutte le Università, pure quella fiumana, con l’inizio dell’emergenza Covid, ha trasferito tutto il lavoro sul digitale. In questi giorni gli studenti delle varie Facoltà, dopo aver seguito le lezioni online, si stanno preparando per le sessioni degli esami, in programma a partire dalla seconda metà di giugno, i quali si svolgeranno per via telematica. Ad adattarsi alla nuova situazione pure il Dipartimento di Italianistica, che opera in seno alla Facoltà di Filosofia”. Ne scrive Viviana Car su “La voce del popolo”, quotidiano diretto a Fiume da Roberto Palisca.
“Corinna Gerbaz Giuliano, a capo del Dipartimento, afferma che la situazione è sotto controllo e il tutto si svolge regolarmente sfruttando le possibilità offerte dalle varie piattaforme. “Devo specificare che dall’inizio del lockdown i nostri colleghi dall’Italia hanno svolto regolarmente le lezioni online. Pure il tirocinio didattico dell’ultimo anno della laurea magistrale, fino a quest’anno svolto sul campo, si è tenuto in Rete. La realizzazione dell’intero piano didattico è a buon punto e spero che non ci saranno difficoltà con i prossimi esami che, di concerto con la dirigenza dell’Università, si svolgeranno online”.
L’arte di arrangiarsi
“Tutto, ma proprio tutto, è stato trasferito in Rete tramite le varie piattaforme digitali – spiega la prof.ssa Gianna Mazzieri Sankovic, docente di Lingua e letteratura italiana –. Lezioni, riunioni, seminari, prove orali e tra poco pure gli esami. All’inizio è stato difficile, come per tutti, ma poi con il tempo, la tanta voglia di fare ha prevalso e ci siamo adeguati entrando in una dimensione completamente nuova, ma che d’altra parte offre innumerevoli possibilità. Non tutto, però, è possibile svolgere in questo modo. Prendiamo ad esempio le ricerche che vanno fatte nelle biblioteche, interdetta a tutti, salvo al corpo docente con un permesso speciale. Gli studenti, come pure noi docenti, hanno fatto della tecnica di arrangiarsi un’arte. La situazione più difficile si riscontra tra i laureandi che stanno lavorando sulle tesi. Ma con un po’ di sforzo in più, usando i tanti canali a disposizione, spero che tutto si risolverà per il meglio. Ci tengo però a ribadire che l’educazione online non sostituirà mai l’insegnamento in aula. Tantissimi sono gli allievi che tramite cellulare e le varie applicazioni richiedono delucidazioni sui temi di studio, ed è quasi impossibile avere una discussione costruttiva online”.
Via alle immatricolazioni
In attesa che partano le sessioni per gli esami dell’anno accademico corrente, il Senato dell’Università ha indetto i concorsi per le iscrizioni al primo anno per gli studi universitari e per gli studi professionali universitari per l’anno accademico 2020/2021. I posti a disposizione sono complessivamente 3.554.
Le scadenze e le domande d’immatricolazione nella sessione estiva, come i termini per i test attitudinali, rimangono quelli già concordati in precedenza e precisamente le domande dovranno essere inoltrate per via elettronica entro e non oltre il 20 luglio, esclusi il programma di studio in Logopedia che terminerà il 5 luglio, gli studi all’Accademia di Arti applicate il 10 luglio, di Medicina dentale il 12 luglio, mentre quello di Biotecnologia è stato posticipato al 24 luglio. In caso di peggioramento del quadro epidemiologico e in accordo con le direttive del Comando nazionale della Protezione civile, i termini potranno venire prorogati”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi