ENERGIE RINNOVABILI: LA "LEZIONE" ITALIANA IN KENYA - DI LENI FRAU

ENERGIE RINNOVABILI: LA "LEZIONE" ITALIANA IN KENYA - di Leni Frau

MALINDI\ aise\ - “La lezione del mondo “rinnovabile” italiano arriva a Nairobi per aiutare il Kenya a far convergere le enormi potenzialità del territorio e il lavoro di enti, istituzioni ed organizzazioni non governative che spesso operano come “compartimenti stagni”. L’Ambasciata d’Italia in Kenya ha promosso e organizzato, con la Fondazione Res4 Africa e Il Politecnico di Milano, un convegno dal titolo “Renewable Energy in Kenya: Unlocking Investments, Innovation and Research”, chiamando in cattedra, per una sorta di lezione-confronto, attori nel campo dell’energia rinnovabile e della sostenibilità in tutta l’Africa Subsahariana”. A darne notizia è Leni Frau su “malindikenya.net”, portale fondato e diretto da Freddie del Curatolo.
“Nell’aula magna della prestigiosa Strathmore University di Nairobi, mercoledì 22 e giovedì 23 gennaio, realtà italiane già radicate o interagenti nel continente africano come ENEA a Enel Green Power, da Intesa San Paolo alle principali università italiane (Sapienza, Politecnico di Torino, Pisa e Bologna oltre al già citato Politecnico di Milano), discuteranno di temi relativi alle energie alternative e al rinnovabile in Kenya, alla presenza dei Ministri keniani dell’Energia, Chrles Keter, dell’Ambiente Keriako Tobiko e del Tesoro Ukur Yattani e dell’Ambasciatore d’Italia in Kenya Alberto Pieri, oltre a massimo dirigenti di aziende keniane come Power & Lightning, KETRACO, KenGen ed EPRA.
Obiettivo dichiarato dell’incontro: promuovere le “best practice” italiane in termini di formazione, ricerca e innovazione nel campo delle energie rinnovabili e dello sviluppo e nell'ottica di stabilire un proficuo scambio e una potenziale partnership con le autorità e gli stakeholder kenioti competenti.
In questo ambito l'Italia può contare su un patrimonio particolarmente ricco di esperienze e competenze che comprende, oltre agli attori istituzionali, anche alcune piccole start-up del settore privato, attori della società civile, alcune importanti università e istituti di ricerca, ognuno dei quali è portatore di competenze ed esperienze specifiche.
Verranno discusse le opportunità di coinvolgere il settore privato e di formare validi Partenariati Pubblico-Privato tra tutti gli stakeholder, comprese le aziende private e le istituzioni pubbliche keniote. Inoltre, l'esplorazione di una varietà di percorsi verso il mercato nel settore delle energie rinnovabili in Kenya fornirà nuove opportunità e prospettive di business”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi