FERRINI, IL "PENDOLARE DEL SORRISO" A MALINDI - DI LENI FRAU

FERRINI, IL "PENDOLARE DEL SORRISO" A MALINDI - di Leni Frau

MALINDI\ aise\ - “"Vorrei concludere la mia carriera professionale facendo il dentista per la povera gente e credo che Malindi sarebbe il luogo perfetto per realizzare questo mio desiderio". A parlare così non è un novello odontoiatra o uno dei tanti precari italiani, ma Francesco Ferrini, docente dell'Università Vita-Salute del San Raffaele e stimato odontoiatra con lo studio a Frascati, dove risiede ed è nato 53 anni fa. Il Dottor Ferrini ha da poco concluso una delle sue "vacanze speciali" in Kenya: al sole e al mare anche questa volta ha abbinato una visita ad una delle tante realtà locali che si prendono cura dei bambini meno agiati. Quest'anno la scelta è caduta sul Children Center Mama Anakuja, che da poco più di un anno ha perso la sua fondatrice e anima, Liliana Ostinelli”. Ne scrive Leni Frau su “malindikenya.net”, portale fondato e diretto da Freddi del Curatolo.
“"Ho conosciuto il figlio Roberto poco dopo l'incidente della madre - racconta Ferrini – e con lui è nata questa idea di organizzare una giornata di formazione e informazione per bambini e gli educatori del centro. É stata un’esperienza emozionante, bellissima ma anche faticosa ho visitato circa un centinaio di persone tra bambini e adulti”.
Il dottore si è presentato con un “pacchetto” contenente uno spazzolino, un dentifricio, un foglietto per le istruzioni, colori e matite. Dopo una lezione teorica dove ha dato nozioni di igiene dentale, soffermandosi anche sulle buone regole alimentari, è passato alle visite.
"La popolazione ha denti sani - spiega l'odontoiatra-professore che gli studenti del San Raffaele chiamano "il pendolare del sorriso" - non ho riscontrato patologie gravi. I problemi piú frequenti sono delle decalcificazioni superficiali spesso causate dalla cattiva acqua (sin da piccoli nei villaggi si beve acqua del pozzo che ha un residuo fisso molto alto). Quasi nessuno soffre di carie. “Ho riscontrato casi di carie piú frequenti qui che altrove perché sono bambini abituati a mangiare una volta alla settimana caramelle…mi raccomando, non portate caramelle quando andate a visitare orfanotrofi e villaggi!”.
Ferrini è innamorato della costa keniana e della sua gente. La prima volta a Malindi risale al 1999, ci arrivò da turista e per amore di una donna.
Con lei il rapporto finì, ma l'amore per questa terra è rimasto e nel 2010 tramite la Onlus Jambo Watoto, di Frascati come lui, è tornato come volontario presso il District Ospital, dopo aver appreso che in tutta la cittadina c’era un solo dentista pubblico e la cura piú utilizzata era la chirurgia estrattiva (questo accade ancora oggi, quando si hanno problemi ai denti quasi sempre vengono estratti). Dal 2010 ad oggi ha continuato i suoi viaggi in Kenya e in Africa per passione e per professione come ricercatore dell’Università e grazie anche a un nuovo amore che il caso ha voluto frequenta Malindi da più di vent'anni.
"Torneró il prossimo mese di agosto con una nuova iniziativa sempre da Mama Anakuja - annuncia Dottor Sorriso - cercando di coinvolgere altri miei colleghi italiani. Il mio vero obiettivo è quello di formare i bambini, ho detto loro che il Signore ha dato loro i denti prima per sorridere e poi per mangiare e questo li ha colpiti molto”". (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi