ILARIA CAIELLI: 101 CURIOSITÀ SUGLI EMIRATI ARABI UNITI – DI ELISABETTA NORZI

ILARIA CAIELLI: 101 CURIOSITÀ SUGLI EMIRATI ARABI UNITI – di Elisabetta Norzi

DUBAI\ aise\ - “Scrittrice, mamma, expat. Una laurea in storia dell’arte, tanti viaggi e l’entusiasmo di conoscere ed esplorare, senza pregiudizi. Lei è Ilaria Caielli e, insieme a Roudha Al Marri, sua vicina di casa quando viveva qui negli Emirati Arabi, ha deciso di scrivere un libro, rispondendo a 101 curiosità sulle tradizioni, la cultura, gli usi e i costumi di questo Paese. “Uae 101, Stories and Cultural Learnings”, questo il titolo, dopo essere stato presentato all’Ambasciata Italiana di Abu Dhabi, è uscito proprio in questi giorni nelle librerie di Dubai e Abu Dhabi”. Ad intervistare l’autrice è stata Elisabetta Norzi che a Dubai dirige il portale “DubaItaly.com”.
D. Ilaria, una breve presentazione di te stessa
R. Italiana, zona lago Maggiore, expat da quasi dieci anni (prima in Cina, poi negli Emirati, Seychelles e ora Cipro) ho una laurea in storia dell’arte e – fra un viaggio e l’altro – sono in dirittura d’arrivo per una seconda laurea magistrale in comunicazione editoria e culture della moda presso la Statale di Milano. Per diversi anni ho lavorato a Milano nel settore dell’editoria periodica. Sono freelance contributing editor per Vanity Fair Italia e Wired, sto scrivendo un altro libro e ho due figli.
D. Quanto hai vissuto negli Emirati Arabi? Che cosa ti aveva spinta qui?
R. Ho vissuto negli Emirati tre anni, dal 2013 al 2016, seguendo mio marito che per ragioni lavorative si era trasferito lì.
D. Come è nata l’idea di questo libro?
R. Dalla curiosità nei confronti del luogo e delle persone. Io amo leggere e conoscere: avevo già avuto la possibilità di pubblicare un libro nel 2013 per cui avevo già idea di come procedere. L’idea si è poi concretizzata perché ho avuto la fortuna di conoscere Roudha Al Marri, all’epoca mia vicina di casa, una ragazza locale aperta e solare…così ho colto l’occasione al volo. Le ho proposto il progetto, lei ha accettato di condividere le sue esperienze e di rispondere a 101 curiosità. Da qui è nato il nostro libro, scritto a quattro mani.
D. Ci racconti qualche curiosità sugli usi e costumi degli Emirati?
R. Non svelo nulla, vi consiglio la lettura del libro. In particolare i capitoli “Traditions” e “Speak and Greet” che rivelano particolari interessanti sulla vita “segreta” dei locali.
D. Quali sono secondo te gli aspetti della cultura emiratina che più differiscono da quella europea/italiana? E le affinità, invece?
R. Non amo parlare di differenze. Ogni popolo ha una cultura specifica che è il risultato di avvenimenti storici e politici, credenze, tradizioni. Tutti aspetti che messi insieme creano identità peculiari. Il vantaggio di essere expat è proprio quello di poter entrare in contatto con una miriade di culture diverse, prendere qualcosa da ognuna di esse e farla in parte propria.
D. Quali erano state per te le difficoltà maggiori ad adattarti alla vita negli Emirati Arabi?
R. Non avevo avuto nessuna difficoltà! Accolgo ogni nuova esperienza all’estero con entusiasmo, voglia di conoscere ed esplorare, senza pregiudizi. Sono una persona che ama le sfide in generale.
D. Dove possiamo trovare il tuo libro?
R. Lo trovate nelle librerie Magrudy’s, Kinokuniya e Borders. Il prezzo è 40 dirhams. Buona lettura!”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi