KENYA: È DI UN ITALIANO LA MIGLIORE FOTO DELL'ANNO NEL MARA - DI FREDDIE DEL CURATOLO

Kenya: è di un italiano la migliore foto dell

MALINDI\ aise\ - “È di un fotografo italiano la più bella foto nel Maasai Mara del 2020. Paolo Torchio, un nome sempre più familiare ai naturalisti e agli amanti della savana e delle sue meravigliose scene da immortalare, si è aggiudicato la terza edizione del prestigioso premio “The Greatest Maasai Mara” indetto dalla Fondazione Angama in collaborazione con The MAA Trust, Anne K. Taylor Fund, Mara Elephant Project, David Sheldrick Wildlife Trust e Mara Conservancy. Torchio era l’unico italiano in lizza tra i dieci candidati finalisti. Tutti scatti meravigliosi, ma un elemento ha reso la sua fotografia vincente”. Ne dà notizia Freddie del Curatolo su malindikenya.net, portale da lui fondato e diretto.
“È lui stesso a raccontare com’è avvenuto a Malindikenya.net.
“Era febbraio, poco prima che il mondo venisse travolto dalla pandemia – ci dice il fotografo piemontese che da anni vive a Nairobi – ero nel Mara, dalle parti del Sand River con clienti di uno dei miei safari fotografici e ci fermiamo ad ammirare una femmina di leopardo con il suo cucciolo. Ad un tratto il cielo si annuvola e si materializza un temporale con gocce grandissime, quasi innaturali. Mentre il leopardo si avventura su una pianta, cercando riparo e noi lo seguiamo con gli obbiettivi, dalle nuvole si apre uno squarcio ed un raggio di sole va ad illuminare i suoi passi. Si ferma, volta la testa all’indietro ed ecco lo scatto unico. Sono convinto che sia proprio la sua irripetibilità ad aver fatto decidere la giuria, composta da grandi colleghi, che fosse la miglior fotografia dell’anno nel Maasai Mara”.
Torchio riceverà un premio di 10.000 dollari e un safari di 5 giorni nell’esclusivo Angama Mara, ma soprattutto porta alto il nome dell’Italia nell’arte fotografica naturalista.
“Sono estremamente felice perché viene riconosciuta la dedizione, la fantasia e l’occhio italiano in questo campo storicamente frequentato da fantastici fotografi provenienti da tutto il mondo – spiega Torchio, grande esperto di Mara – devo ammettere che quando ho rivisto quell’immagine ho pensato che sarebbe stata la mia foto dell’anno: la situazione ambientale, la presenza di uno degli animali più belli e difficili da fotografare e questo improvviso raggio di sole ne fanno uno scatto che non potrò mai più ripetere”.
Tra i giurati che hanno decretato la vittoria di Torchio c’è anche un altro grande fotografo naturalista italiano da tempo in Kenya, Federico Veronesi che ha così commentato il premio dato al connazionale: “Due elementi fanno risaltare questa immagine: il controluce e la pioggia. L'atmosfera che questi due elementi creano è surreale, quasi da favola. È giusto che in un anno così piovoso come il 2020 nel Mara, l'immagine vincente sia quella di un grande felino sotto la pioggia”.
Certo, quest’anno purtroppo verrà ricordato per essere stata una delle peggiori stagioni di afflusso turistico nelle riserve del Kenya, ma l’italiano premiato, che vive e lavora con i safari, è fiducioso.
“Sono convinto che presto torneremo tutti ad assistere alle meraviglie della Natura africana – dice Torchio – non sappiamo ancora bene quando, ma gli animali, le avventure, la bellezza è lì che ci aspetta””. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi