PANDEMIA: IL 4 NOVEMBRE IL KENYA DECIDE IL SUO FUTURO

PANDEMIA: IL 4 NOVEMBRE IL KENYA DECIDE IL SUO FUTURO

MALINDI\ aise\ - “Il Kenya il prossimo 4 novembre deciderà il da farsi a livello nazionale dopo la recrudescenza della pandemia dell’ultimo mese”. Come riferisce un articolo in primo piano sul portale in lingua italiana MalindiKenya, diretto da Freddie del Curatolo, “lo ha stabilito il presidente Uhuru Kenyatta al termine di una giornata in cui sono stati nuovamente superati i mille casi di positività in sole 24 ore, aumentano le ammissioni nei reparti di isolamento degli ospedali e i tassi di positività sono stabilmente sopra il 10 per cento, anzi due giorni fa hanno superato quota 20 e ieri hanno toccato il 15,5%, con 1018 positivi e 16 morti.
Il prossimo mercoledì dunque si terrà la sesta sessione straordinaria del vertice di coordinamento del Governo Nazionale e dei Governi delle Contee.
Nel solo mese di ottobre il Kenya ha registrato 12.304 casi di Covid-19 e 223 morti accertati, ma si teme siano molti di più, sia i contagiati nel Paese che i deceduti.
Dopo il Preside della scuola superiore di Mombasa, di cui abbiamo parlato nei giorni scorsi, ha destato molta apprensione e commozione la vicenda della famiglia di Kitui che, al ritorno da una vacanza a Mombasa, ha contratto il virus e nel corso di una settimana ha visto padre, madre e una figlia perire a causa della malattia. Solo la madre, diabetica, aveva riconosciute patologie pregresse.
In un Paese dove per adesso i casi gravi sono sempre risultati pochi e delimitati, si inizia a pensare che la cosiddetta seconda ondata sia più pesante della prima.
L'incontro di novembre prenderà in considerazione l'evoluzione della malattia e i modelli epidemiologici per cercare di prevedere come la Covid-19 possa diffondersi nel Paese nei mesi di novembre e dicembre 2020. Si parlerà dell’efficacia delle misure di contenimento in atto e dell’evidente allentamento delle restrizioni in vigore. Non sono previste decisioni drastiche, come quella del lockdown nazionale, anche se tutto dipenderà dall'andamento del virus nella settimama precedente e anche dalla situazione degli altri Stati. Ieri, ad esempio, il Madagascar ha nuovamente chiuso le frontiere all'Italia.
Il Presidente Kenyatta ha invitato tutti i kenioti a continuare ad applicare le semplici ma efficaci misure individuali e collettive.
Ha affermato che i kenioti dovrebbero continuare a indossare correttamente le mascherine mentre si trovano negli spazi pubblici, applicare sempre la corretta igiene delle mani e rispettare le linee guida e i protocolli di distanziamento fisico e sociale”. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi