Punto d’Incontro/ L’Italia presente a Expo Antad & Alimentaria Guadalajara 2021

CITTÀ DEL MESSICO\ aise\ - Expo Antad & Alimentaria - evento professionale di natura internazionale rivolto ai settori enogastronomico, dell’ospitalità e alle loro filiere - ritorna a Guadalajara dal 18 al 20 ottobre in forma presenziale, dopo la sospensione dovuta alla pandemia da Covid-19. Il padiglione italiano, di 126 mq, ospiterà 12 imprese. Alcune, già operanti sul mercato messicano, saranno presenti attraverso il loro rappresentante locale”. A scriverne in questi giorni è stato il portale di informazione bilingue Puntodincontro.mx, in questo articolo in primo piano sul loro sito.
“L’ICE supporterà gli espositori con i servizi di accompagnamento, marketing, comunicazione, hosting e centro affari. L’agenzia, con l’appoggio di uno sponsor, offrirà un aperitivo alle ore 17 nei tre giorni di fiera, al fine di consentire un momento di ritrovo e di ulteriore contatto fra i visitatori e le imprese espositrici.
Nello spazio istituzionale sarà proiettata in rotazione una selezione di video realizzati appositamente in occasione di eventi del settore enogastronomico per attirare l’attenzione sulla collettiva e dare maggiore diffusione ai prodotti del Bel Paese, proponendo la preparazione di pietanze tradizionali italiane abbinate a vini selezionati.
Le aziende presenti saranno Antonutti vini, Bella Italia, Best Italian Selection, Bottega Gastronomica, Botter, Cantina di Carpi e Sorbara, IT.T, Pasqua Vigneti e Cantine, Poli Distillerie, Reparo, Sud Italia Alimentari, Vulcano & Vini.
Il padiglione Italia sarà inaugurato dal direttore dell’Ufficio ICE di Città del Messico, Giovanni Luca Atena, ed è attesa la presenza dell’Ambasciatore d’Italia, Luigi De Chiara, e del Console Onorario a Guadalajara, Fabio Toticchi.
Il mercato messicano di agroalimentari ha registrato nel 2020 un valore pari a 1.689 milioni di euro ed è in continua crescita. L’offerta è caratterizzata da una crescente presenza di prodotti gourmet, nazionali ed internazionali, di alta qualità e varietà, in molti casi versioni nuove di articoli tradizionali.
Nel settore l’Italia ha una quota del 4,15% ed è il quarto fornitore del Messico. Nel Paese sono presenti i principali alimentari italiani in maniera diffusa, distribuiti con marca propria o di terzi, categorizzati come prodotti gourmet. Tra questi, conserve, pasta, prodotti da forno, formaggi, carnici, bevande senza alcol, vino, liquori, ma anche prodotti organici, biologici e specializzati (per diabetici, senza glutine, vegani, ecc.)”. (aise)