SBS Italian/ Serena Dipierro vince la Australian Mathematical Society Medal - di Federico Solchi

PERTH\ aise\ -Serena Dipierro, professoressa ordinaria e direttrice del dipartimento di matematica e statistica della University of Western Australia, è stata insignita di questo importante riconoscimento riservato ai ricercatori con meno di 40 anni che si sono distinti nel campo della matematica”. Ad annunciarlo è Federico Solchi, che ha incontrato Dipierro e l’ha intervistato per SBS Italian, lo Special Broadcasting Service che diffonde notizie in lingua italiana in tutta l’Australia.
“Dalla Puglia a Perth, passando per il Cile e la Germania. Nonostante abbia meno di 40 anni, Serena Dipierro ha già raggiunto l'obiettivo di diventare professoressa ordinaria e direttrice del dipartimento di matematica e statistica alla University of Western Australia.
Oltre ad aver raggiunto questo importante obiettivo, sul finire del 2021, la Australian Mathematical Society ha assegnato a serena una prestigiosa medaglia, riservata ai ricercatori con meno di 40 anni che si sono particolarmente distinti nel campo della matematica.
Nelle motivazioni per le quali le è stato assegnato questo premio, si legge che Serena è "una ricercatrice di stampo internazionale altamente prolifica, con un ampio network di collaboratori" che le ha permesso di diventare una leader nel suo campo di ricerca.
Quando le viene chiesto quali sono le forze propulsive che le permettono di essere una ricercatrice di successo, Serena non ha dubbi. “Mi piace fare matematica. Per me è piacevole sedermi la sera e fare due conti, non vedo questo come un lavoro, ma come un vero e proprio piacere“.
Serena si occupa di una branca della matematica che si occupa delle equazioni e derivate parziali. “Sono interessata a capire quali effetti può avere un evento che avviene in un luogo ed un tempo lontano su una determinata situazione“, dichiara ai microfoni di SBS Italian. “Questo ramo della ricerca risulta particolarmente interessante in questo momento storico, dove eventi che accadono dall'altra parte del mondo possono influenzare quello che succede qui in Australia“.
Serena non è stata premiata solo per i suoi sforzi di ricerca, ma anche per la sua attività di networking e promozione della matematica. Tra le varie cariche che ricopre, Serena è anche Segretaria del gruppo d'interesse Women in Mathematics.
“Nella mia carriera non ho mai avuto esperienza di discriminazione di genere“, afferma Serena. “Sono entrata a fare parte di questo gruppo soprattutto perché volevo aiutare le persone giovani e dire alle ragazze: fatevi valere!“.
Serena dice di non avere nostalgia dell'Italia e di essere contenta di essere arrivata a Perth. “L'unica cosa che mi manca dell'Italia è la mia famiglia. I miei genitori vivono ancora lì, così come mia sorella che ha da poco avuto una figlia che ancora devo conoscere“, racconta.
“Sono convinta che anche in Italia sarei riuscita a fare carriera, probabilmente non con la stessa velocità con la quale sono riuscita a farla qui“, dichiara inoltre. “Purtroppo credo che vi sia molta frustrazione nell'accademia italiana, qui a Perth invece ho trovato un'immensa fiducia e supporto nei miei confronti che mi ha permesso di lavorare più serenamente e trovare maggiore motivazione in quello che faccio“”. (aise)