Fugatti (Trento) riceve l’Ambasciatore tedesco Elbling

TRENTO\ aise\ - Collaborazione istituzionale tra territori, cooperazione economica e commerciale, ricerca e sviluppo sono stati i principali temi affrontati nell’incontro che il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, ha avuto nei giorni scorsi con l’Ambasciatore della Repubblica Federale di Germania, Viktor Elbling, ricevuto presso il palazzo della Provincia assieme a Niklas Wagner, Consigliere per gli Affari politici. All’incontro ha presenziato anche il direttore generale della Provincia Paolo Nicoletti.
L’Ambasciatore tedesco ha evidenziato quanto siano importanti ricerca e innovazione per la realtà trentina e in generale per l’intera regione. Ha anche posto l’accento sul contributo che il Trentino fornisce ai solidi rapporti commerciali, industriali e politici esistenti fra Germania e Italia (la Germania rappresenta infatti il primo mercato per le esportazioni trentine). Il presidente Fugatti ha quindi ricordato l’investimento che si sta facendo per la circonvallazione ferroviaria di Trento con risorse che derivano dal PNRR e ha evidenziato quanto intermodalità e investimenti in tecnologie per la sostenibilità siano temi centrali per il nostro territorio e per un ulteriore potenziamento degli scambi con l'area austro-tedesca. Fugatti si è quindi soffermato sui forti rapporti esistenti sul piano turistico con la Germania, primo paese per numero di visitatori stranieri in Trentino. Il presidente ha anche presentato al diplomatico una panoramica sull’autonomia e sull’assetto istituzionale del Trentino nell’ambito della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol. Tra i temi oggetto di confronto anche l’esperienza dell'Euregio Tirolo - Alto Adige – Trentino che vede la collaborazione dei tre territori in diversi settori. L'Ambasciatore ha anche accennato alla possibilità di rafforzare le forme di collaborazione istituzionale tra il Trentino e la Baviera.
Il diplomatico tedesco, ha visitato anche il Liceo Linguistico Sophie M. Scholl, presso la Fondazione Bruno Kessler, il sindaco di Trento, Franco Ianeselli, e con la Fondazione Hub Innovazione Trentino (HIT).
L’incontro con HIT, ente strumentale della Provincia che si occupa di valorizzare i risultati del sistema della ricerca trentina, ha permesso di approfondire il modello di trasferimento tecnologico sviluppato dalla Fondazione negli ultimi anni. La presidente di HIT Ivonne Forno e il direttore Andrea Sartori hanno illustrato all’Ambasciatore il ruolo e le attività messe in campo dalla Fondazione per far sì che le tecnologie, le invenzioni, i brevetti, le nuove idee di impresa innovativa nate nell’ambito dei propri fondatori scientifici – Università di Trento, Fondazione Bruno Kessler e Fondazione Edmund Mach – siano accompagnati e valorizzati al meglio per essere trasferiti ed impattare positivamente sul sistema economico e sociale. (aise)