Trieste: al Capo dello Stato sloveno Pahor i “Tre sigilli” della città

TRIESTE\ aise\ - “Ringrazio il presidente della Repubblica Borut Pahor per la sua visita di oggi a Trieste, che rinsalda il vincolo di amicizia e fratellanza creatosi tra il Friuli Venezia Giulia e la Slovenia. È un percorso che, giorno dopo giorno, va nel segno della condivisione di intenti comuni e di ideali della democrazia”. A dirlo è stato il Governatore della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, a margine dell'incontro svoltosi nei giorni scorsi nel Municipio del capoluogo giuliano, durante il quale il sindaco Roberto Dipiazza ha consegnato i "Tre sigilli di Trieste", il maggior riconoscimento della Città, al Capo di Stato della Slovenia.
"La visita di oggi - ha proseguito Fedriga - si inserisce nel solco di un percorso che vede l'Italia e la nostra Regione impegnati in un percorso di collaborazione istituzionale, come hanno dimostrato chiaramente la stretta di mano tra i Capi di Stato Pahor e Mattarella avvenuta a Basovizza nonché la nostra presenza alla cerimonia tenutasi sul piazzale della Transalpina per celebrare il trentesimo anniversario di fondazione della Repubblica Slovena".
In quest'ultima circostanza Fedriga ringraziò Pahor e tutti i cittadini della nazione confinante per l'importante scelta compiuta dalla Slovenia nel segno dell'indipendenza e della democrazia, confermando che il Friuli Venezia Giulia sarà sempre orgoglio di sostenere questi ideali.
"Il rapporto tra la nostra Regione e la Slovenia - conclude il Governatore - è la dimostrazione che dopo il secolo in cui sono state imposte le divisioni, ora invece ci siamo incamminati lungo un percorso diverso, incentrato sulla comunione di intenti e di ideali tra i popoli". (aise)