BELO HORIZONTE: IL CONSOLATO PIANGE LA SCOMPARSA DI GRAZIANO CIRINA, EX AGENTE CONSOLARE ONORARIO A POÇOS DE CALDAS

BELO HORIZONTE: IL CONSOLATO PIANGE LA SCOMPARSA DI GRAZIANO CIRINA, EX AGENTE CONSOLARE ONORARIO A POÇOS DE CALDAS

BELO HORIZONTE\ aise\ - “Abbiamo appreso con profonda tristezza la notizia della morte di Graziano Cirina, agente consolare onorario a Poços de Caldas nel sud del Minas Gerais fino al 2018 e vivace animatore del Círculo Italo Brasileiro do Sul de Minas”. A dare la triste notizia è il Consolato italiano a Belo Horizonte, che aggiunge: “meglio noto come “padre Graziano”, è stato una delle principali figure della collettività italiana in Minas Gerais. Lascia un grande vuoto nella comunità italiana, oltre al ricordo della sua grande disponibilità e allegria”.
Nato a Cagliari nel 1957, Graziano Cirina abbandona all'età di 19 anni la carriera da calciatore professionista nelle giovanili del Cagliari a causa di una grave malattia. A 21 anni sente la vocazione al sacerdozio e si laurea in Teologia, con specializzazione in Teologia pastorale, presso la Pontificia Facoltà del Sacro Cuore.
È ordinato sacerdote nel 1984, nella cattedrale della città di Chioggia, come membro della Comunità Missionaria Villaregia. Nel 1988 arriva in Brasile e inizia a lavorare presso la parrocchia di São Sebastião, nel quartiere Betânia a Belo Horizonte. Dopo una parentesi in Italia dal 1991 al 1994, ritorna in Brasile e si stabilisce a Poços de Caldas, prima come vicario parrocchiale e poi come coordinatore pastorale.
“Il Consolato tutto si stringe attorno ai suoi cari e ai suoi amici in questo momento di dolore”, concludono da Belo Horizonte, esprimendo ai familiari “sentite condoglianze”. (aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli