BIOTECNOLOGIE: ITALIA – BELGIO, ECCELLENZE A CONFRONTO SOTTO L’EGIDA DELL’AMBASCIATA

BIOTECNOLOGIE: ITALIA – BELGIO, ECCELLENZE A CONFRONTO SOTTO L’EGIDA DELL’AMBASCIATA

BRUXELLES\ aise\ - Il 21 ottobre scorso si è tenuto a Bruxelles un evento in formato "ibrido" dedicato alle biotecnologie e alle eccellenze italiane e belghe in questo settore.
Organizzato con osservanza delle regole anticovid presso la residenza dell’Ambasciatrice italiana Elena Basile, in collaborazione con il locale Ufficio ICE e con l'Istituto Italiano di Cultura, l'evento ha potuto contare sulla presenza in streaming del Sottosegretario agli esteri Manlio Di Stefano, che ha pronunciato l'intervento di apertura ad inizio conferenza.
Il panel – riporta l’ambasciata – ha visto la partecipazione del Presidente del distretto biotecnologico Toscana Life Sciences, Fabrizio Landi, insieme ai rappresentanti delle più importanti realtà belghe del biotech: il Vlaams Instituut voor Biotecnologie (VIB), rappresentato dal Presidente Ajit Shetty e dal Direttore Generale Jo Bury, BioWin, il cluster vallone per le scienze della vita, rappresentato in streaming dalla Direttrice Generale Sylvie Ponchaut, nonché l'azienda Glaxo-Smith-Klein (GSK) - che in Belgio detiene il più grande centro al mondo per la produzione di vaccini - presente con il suo Direttore Affari Istituzionali Pascal Lizin.
L'evento ha inoltre incluso due presentazioni in streaming da parte di Stefano Nigro (ICE) e di Marco D'Acunto (Invitalia) sulle opportunità di investimento nel settore biotech in Italia.
L’Ambasciatrice Basile, nel suo discorso d’apertura, ha auspicato una sempre maggiore cooperazione bilaterale, grazie alle enormi potenzialità che il settore biotech offre per possibili forme di collaborazioni approfondite e progetti comuni, da inscriversi nel solco di una già consolidata relazione commerciale che come è noto ha raggiunto i 33 miliardi di interscambio nel 2019 e non ha subito particolari contrazioni nel periodo pandemico.
Il Sottosegretario Di Stefano, nel suo intervento, ha posto particolare enfasi su come il settore delle biotecnologie rappresenti un'eccellenza italiana. Il comporto delle biotecnologie, ha ricordato, nel 2019 ha superato i 12 miliardi di euro di fatturato, con un incremento medio annuo tra il 2014 e il 2018 di circa il 5% e un numero di imprese che si attesta attorno alle 700 unità.
Il Belgio, la cui produzione farmaceutica copre il 16% dell'intera produzione UE, è tra i maggiori Paesi al mondo per investimenti in ricerca e sviluppo, sia a livello pro-capite, sia per azienda. Il Sottosegretario ha espresso l'auspicio a che una sempre maggiore porzione di imprese belghe possa guardare all'Italia come meta per gli investimenti, grazie alla complementarietà che caratterizza le due economie. Il seminario ha visto la partecipazione in presenza ed in digitale di aziende belghe del settore farmaceutico e biotech, associazioni di categoria, ricercatori italiani e belgi. (aise) 

Newsletter
Archivi