Bratislava: l’Ambasciata premia gli studenti vincitori della 1^ edizione di "Raccontare in Italiano"

BRATISLAVA\ aise\ - Colte, profonde e divertenti: sono state così definite dall’ambasciatrice d’Italia a Bratislava, Catherine Flumiani, le opere degli studenti slovacchi che hanno partecipato alla 1^ edizione del concorso “Raccontare in Italiani” istituito dall’Ambasciata d’Italia a Bratislava e la cui cerimonia di premiazione si è svolta nella giornata di ieri nel contesto dell'attività previste per la XXI Settimana della Lingua Italiana nel mondo indetta dal MAECI.
Il concorso “Raccontare in Italiano”, destinato agli studenti delle scuole superiori presso le quali si insegna la lingua italiana, era incentrato da un lato sulla figura di Dante Alighieri, tema principale della XXI settimana della Lingua Italiana in coincidenza con i 700 anni dalla sua scomparsa, e dall’altro sui “Giovani e l’Ambiente”, tematica scelta anche in vista del ruolo di co-presidenza che tra qualche giorno l’Italia avrà nella conferenza COP26 United Nations Climate Change Conference di Glasgow.
A introdurre la cerimonia i saluti dell’ambasciatrice Flumiani, seguiti da quelli di Elisa Polsinelli, vice capo Missione dell’Ambasciata nonché presidente della Commissione di valutazione, e di Alessandra Sanniti, direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura a Bratislava.
Protagonisti della cerimonia gli entusiasti studenti, che con i loro attenti professori hanno saputo attualizzare il sommo poeta Dante e dimostrato di possedere una convinta coscienza ambientalista.
Le opere degli studenti, suddivise in poesie, racconti e video, sono state esaminate da una Commissione di valutazione che ha definito i lavori meravigliosi, caratterizzati da profondità di pensiero, padronanza linguistica e che hanno dato luogo a riflessioni importanti, originali e attuali.
È intervenuta alla cerimonia anche Eduitalia, che ha premiato gli studenti vincitori con delle borse di studio, destinazione Italia, messe a disposizione dalla generosità degli istituti associati.
Nelle more del proprio intervento, Eduitalia, congratulatasi con gli studenti e i loro insegnanti per la passione per la lingua e cultura italiana, ha chiesto ai vincitori di essere presenti il prossimo anno alla 2^ edizione del concorso per testimoniare quella che sarà stata la loro esperienza di studio in Italia.
Eduitalia si è detta “grata” all’Ambasciata non solo per il pomeriggio di simpatia e di pensieri delicati e profondi, ma anche per avere evidenziato al pubblico intervenuto le infinite possibilità di studio presenti sul territorio italiano. (aise)