Il Console Generale Manzitti ad Alicante

BARCELLONA\ aise\ - Console Generale a Barcellona, Emanuele Manzitti, accompagnato dal Console Onorario Danilo Angelini, ha effettuato una visita di lavoro nella città di Alicante, nella Comunità Autonoma Valenciana.
Qui, riporta l’Ambasciata italiana a Madrid in una nota, Manzitti ha incontrato i rappresentanti delle istituzioni locali, affrontando temi di particolare interesse per la comunità italiana residente nella Provincia di Alicante, dove vivono circa 13.000 italiani, di cui quasi 5000 nel solo capoluogo.
Nel corso degli incontri con la Sub-Delegada del Governo, Araceli Poblador Pacheco, con il Vice Sindaco Antonio Peral Villar e con il Commissario Capo della Polizia Nazionale, Manuel Lafuente Lazaro, il Console Generale ha potuto riscontrare l’apprezzamento di cui gode la comunità italiana, perfettamente integrata nella vita economica, sociale e culturale della Provincia. Con i suoi interlocutori Manzitti ha sottolineato l’interesse del Consolato Generale a rafforzare i profondi legami che legano Alicante e la Provincia all’Italia a cominciare da quelli culturali ed economici.
Manzitti ha quindi visitato l’Università di Alicante ed incontrato il Rettore, Amparo Navarro Faure. Presso l’Ateneo, che vanta solidi rapporti con istituzioni universitarie italiane, studiano attualmente circa 180 italiani (100 dei quali in Erasmus).
Nel corso della visita, Manzitti si è recato presso la sede dello European Union Intellectual Property Office (EUIPO). Nella sede dell’Agenzia europea, il Console generale ha incontrato il Vice Direttore Andrea Di Carlo, accompagnato da alcuni alti funzionari italiani dell’Agenzia, centro di eccellenza e punto di riferimento per la registrazione e la protezione dei marchi europei, dove attualmente lavorano circa 100 italiani.
Infine, il Console Generale, nel corso di un ricevimento con rappresentanti della comunità italiana, ha consegnato al Console Onorario Danilo Angelini l’Onorificenza della Stella d’Italia nel grado di Cavaliere. L’onorificenza - si legge nelle motivazioni - gli è stata conferita dal Presidente della Repubblica nel 2021 per “l’efficienza e la grande umanità che ha dimostrato al servizio del nostro Paese e degli italiani ad Alicante e a Murcia, specie nella recente emergenza”. (aise)