IL CORONAVIRUS IN COREA DEL SUD: LE RACCOMANDAZIONE DELL’AMBASCIATA AI CONNAZIONALI

IL CORONAVIRUS IN COREA DEL SUD: LE RACCOMANDAZIONE DELL’AMBASCIATA AI CONNAZIONALI

SEOUL\ aise\ - All’indomani della prima morte accertata per coronavirus in Corea del Sud, l’Ambasciata italiana a Seoul ha pubblicato un nuovo focus sul Covid 19, insieme a raccomandazioni per la comunità italiana.
“Questa Rappresentanza diplomatica – vi si legge – è in costante contatto, assieme alle altre Ambasciate europee, con le autorità coreane riguardo ai casi di contagio da nuovo Coronavirus COVID-19”.
“Al momento – riporta l’ambasciata – nella Repubblica di Corea si registrano 204 casi di contagio, di cui gran parte provenienti dallo stesso focolaio nella città metropolitana di Daegu, a circa 300 km dalla Capitale sudcoreana, e nella circostante regione del Gyeongsang. Nella giornata del 20 febbraio si è verificato anche un decesso legato all'infezione da COVID-19. Il numero dei guariti è invece salito a 17”.
L’ambasciata rilancia, quindi, le raccomandazioni delle autorità locali: “mettere in pratica le usuali misure sanitarie per prevenire ulteriori e possibili contagi, quali lavarsi accuratamente le mani, coprirsi la bocca con un fazzoletto quando si tossisce e indossare la maschera protettiva nel caso di sintomi respiratori”.
Quanto ai trasporti “i voli tra Corea e provincia cinese dell'Hubei sono stati momentaneamente sospesi, mentre sono state individuate misure speciali (varchi aeroportuali speciali ecc.) per i viaggiatori in arrivo dalla Repubblica Popolare Cinese, Taiwan e le Regioni Amministrative Speciali Hong Kong e Macao”.
L’ambasciata, poi, raccomanda ai connazionali di “consultare regolarmente la sezione "aggiornamenti" del sito web del “Center for Disease Control” del sito web del “Center for Disease Control” sudcoreano e di comunicare a queste autorità se si è stati a Wuhan o in altre città cinesi e si hanno sintomi dell’influenza al rientro in Corea: Korea Center for Disease Control and Prevention (KCDC), num. tel. 1339 (solo in coreano); Immigration Contact Center per stranieri, numero telefono 1345 (anche in inglese e spagnolo)”.
Infine, l’ambasciata ricorda che informazioni e dati aggiornati sul Coronavirus sono presenti nel "Focus Coronavirus COVID-19" sul sito di ViaggiareSicuri e sulla pagina dedicata del sito dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e che il Ministero della Salute italiano ha attivato una linea di pubblica utilità dedicata al nuovo Coronavirus COVID-19, raggiungibile dall'Italia al numero 1500 24 ore su 24. (aise) 

Newsletter
Archivi