ITALY – TWILIGHT SKYLINES FROM POLICE HELICOPTERS

ITALY – TWILIGHT SKYLINES FROM POLICE HELICOPTERS

©MASSIMO SESTINI/ Polizia di Stato

GOLD COAST\ aise\ – Dopo il grande successo dell’esposizione "Italy-Twilight Skylines from Police Helicopters" riscontrato nelle tappe di Mosca in Russia, Ho Chi Minh City e Hanoi in Vietnam, prosegue in Australia il tour internazionale della mostra fotografica di Massimo Sestini, già vincitore del World Press Photo.
Dopo la prima tappa australiana a Melbourne, in occasione della conferenza ministeriale "No Money for Terror", organizzata dal Department of Home Affairs, l’esposizione sarà inaugurata venerdì 6 dicembre presso lo spazio espositivo Chambers Foyer Space, al 135 di Bundall Road, in Gold Coast alla presenza di istituzioni e autorità. La mostra sarà poi visitabile gratuitamente dal 9 dicembre e sino al 23 gennaio, dal lunedì al venerdì, con orario 8.00 alle 17.00.
Per l’occasione, il fotografo Massimo Sestini, in collaborazione con il Consolato d’Italia a Brisbane, mercoledì 4 dicembre terrà due importanti guest lecture – con partecipazione estesa al pubblico - incontrando gruppi di studenti della Dante Alighieri Society of Brisbane e della Griffith University; tema oggetto degli incontri "Il potere di comunicazione dell’immagine".
Il fotografo, in occasione della realizzazione degli scatti per la Polizia di Stato, volando con i modelli AgustaWestland AW139 e AB212 di Leonardo-Finmeccanica impiegati dalla Polizia, ha immortalato i paesaggi dell'Italia un'ora dopo il tramonto o un'ora prima dell'alba. Le immagini raccontano, nella cornice di orizzonti di luce di suggestiva bellezza, le meraviglie del Paese, che spaziano dalle grandi città ai piccoli comuni, dai litorali alle Alpi.
"Ho visto l’Italia nella sua pura bellezza, non viziata dalle piccole e grandi guerre intraprese giorno dopo giorno. Solo bellezza. Sentire la mia anima risuonare ad ogni alba e tramonto a cui ho assistito, sedere accanto ai membri della Polizia di Stato mentre svolgono il proprio lavoro per garantire la sicurezza e la protezione degli altri, è stato incredibile. Con loro ho visto e condiviso un’Italia che direi audacemente essere straordinaria in tutto ciò che la rende ordinaria", ha dichiarato Massimo Sestini, autore degli scatti.
Il console d’Italia a Brisbane, Salvatore Napolitano, ha affermato che "l’esposizione avviene in un periodo eccellente per i rapporti bilaterali in cui si aprono nuovi orizzonti di collaborazione per l’Italia con il Queensland a livello istituzionale, culturale ed economico". Il console ha poi aggiunto che c’è in Australia e nel Queensland in particolare "una grande attenzione nei confronti dell’Italia da parte delle istituzioni e della popolazione locale, incentivata anche dall’influenza culturale esercitata da una comunità storica perfettamente integrata nel territorio cui si accompagna il rinnovato interesse delle nostre aziende per le opportunità del Queensland in particolare nel campo delle infrastrutture, dell’energia, dei trasporti".
La mostra è supportata da Mapei Australia "a riconferma del forte legame con le istituzioni e la responsabilità sociale che contraddistingue l’azienda in tutto il mondo". La visione di Mapei emerge dalle parole dell'amatissima imprenditrice Adriana Spazzoli, Operational Marketing & Communication: "Un'azienda ha un ruolo molto preciso nella società. L'utile netto non è il suo unico obiettivo. Deve anche comprendere i valori etici, scientifici, umani e culturali che formano la vera personalità e reputazione dell'azienda stessa". Mapei celebra oltre ottant'anni come azienda a conduzione familiare e venticinque di questi l’hanno vista rifornire l'industria edile australiana di adesivi, sigillanti e prodotti chimici di qualità ed ecosostenibili.
Il progetto è stato fortemente voluto dal sindaco della città di Gold Coast, Tom Tate, grazie alla disponibilità manifestata dall'Ambasciata d'Italia a Canberra, il Consolato d’Italia a Brisbane, con il supporto dell'Istituto Italiano di Cultura di Melbourne, con la collaborazione tra il Ministero degli Affari Esteri e la Polizia dello Stato, con il patrocinio del Ministero dell’Interno.
L'esposizione delle fotografie di Massimo Sestini è realizzata a cura di Once-Extraordinary Events grazie al contributo di Mapei Australia e Leonardo. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi