La Lettonia torna in lockdown: introdotte norme restrittive

RIGA\ aise\ - La Lettonia torna in lockdown da oggi, 21 ottobre, e sino al 15 novembre. Ad annunciarlo ai connazionali è l’Ambasciata d’Italia a Riga, che invita a consultare le norme restrittive introdotte dal Governo lettone, a causa del forte aumento dei casi di Coronavirus nel Paese.
Intanto viene reintrodotto il coprifuoco, che sarà applicato dalle ore 20:00 alle 05:00. In casi di estrema necessità ci si potrà spostare compilando uno specifico modulo di autocertificazione (self-certification) che giustifichi lo spostamento; chiuse scuole e Università e ripristinato l’insegnamento a distanza, tranne che per gli asili nido e le scuole elementari dalla 1° alla 3 classe; anche il lavoro a distanza è incentivato ove possibile.
Tra le altre misure l’Ambasciata segnala la chiusura totale degli spazi culturali, quali musei, cinema, teatri e sale concerti, e la chiusura dei ristoranti, che potranno garantire solo l’asporto. Le attività sportive all’aperto sono autorizzate ma senza spettatori.
Sono in generale vietati gli assembramenti e le manifestazioni in spazi chiusi e all’aperto, come anche feste ed eventi sia nei locali pubblici sia nei luoghi privati.
La capienza sui mezzi pubblici è limitata al 50% dei posti disponibili nelle aree urbane e all’80% nelle aree rurali; nei luoghi di culto invece la capienza massima è fissata al 20%.
Anche i servizi amministrativi statali e comunali verranno erogati in remoto, mentre potranno rimanere aperti solo alcuni esercizi di prima necessità (generi alimentari, panetterie, farmacie, ottici, rivenditori telecom, fiorai, stazioni di rifornimento benzina, librerie).
Le sanzioni a singole persone fisiche in caso di mancato rispetto del coprifuoco e delle norme restrittive possono arrivare sino a 2.000 euro.
L’Ambasciata invita infine chi volesse visionare gli ultimi aggiornamenti delle autorità lettoni a consultare questo link: https://www.mk.gov.lv/en, oltre che il Centro per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (https://www.spkc.gov.lv/) e il Ministero della Salute (http://www.vm.gov.lv/en/). Per maggiori informazioni si può visitare anche questo link: https://covid19.gov.lv/en. (aise)