L’Ambasciatore Azzarello in visita a Curitiba

CURITIBA\ aise\ - L'Ambasciatore d'Italia a Brasilia, Francesco Azzarello, è stato in visita ufficiale a Curitiba, nello stato del Paraná, dal 23 al 25 gennaio scorsi.
Accompagnato dal Console Generale Salvatore Di Venezia, dal Presidente della Leonardo Spa in Brasile, Francesco Moliterni, e dall’esperto della Guardia di Finanza in Brasile, Colonnello Francesco Fallica, Azzarello ha incontrato le Autorità locali (tra cui il Governatore dello stato ed il Sindaco di Curitiba), il neo-eletto Comitato degli Italiani all’Estero – Com.It.Es. e la grande collettività italiana. Nell’agenda del diplomatico anche la visita alla nuova sede del Consolato Generale, in fase di ristrutturazione, al Museo Niemayer, che dal 10 febbraio ospiterà una mostra sulle opere di Leonardo da Vinci, e al Quartier Generale della quinta Divisione dell’Esercito (con competenza per gli Stati di Paraná e Santa Catarina). Azzarello è stato infine ricevuto nella sede del Tribunale di Giustizia del Paranà dal Presidente, José Laurindo, Presidente anche del Consiglio dei Presidenti dei Tribunali di Giustizia del Brasile - CONSEPRE.
La mattina del 24, riporta l’Ambasciata, dopo un’articolata conferenza stampa volta ad illustrare gli obiettivi della visita, l’ambasciatore si è recato a visitare i locali della nuova Sede di proprietà del Consolato Generale, trovandola moderna e funzionale. I lavori di adattamento dovrebbero terminare entro giugno prossimo. A seguire, dopo un colloquio con il Presidente della Camera di commercio italiana, Francesco Pallaro, l’ambasciatore ha incontrato, al Consolato Generale, il Presidente ed i Consiglieri del Com.It.Es, che gli hanno esposto - in un clima cordiale e costruttivo - il programma di lavoro per i prossimi anni. Il Console Generale Di Venezia ha illustrato le innovazioni in essere in materia consolare, accolte con soddisfazione da tutti i Consiglieri.
Al Governatore dello stato, Carlos Massa Ratinho Junior, l'Ambasciatore Azzarello ha ricordato che nel Paranà vivono circa tre milioni di discendenti di italiani su una popolazione di circa 12 milioni, ha messo in evidenza gli ottimi rapporti bilaterali, l’importanza strategica dello stato per l’Italia, ed i risultati in costante crescita dell’interscambio commerciale ove nel 2021 il Paraná è al terzo posto fra i 26 stati della Federazione. Ha quindi sottolineato l’interesse alla rivitalizzazione dell’Accordo con la Regione Emilia Romagna, ed auspicato che venga rafforzato, nell’ambito di una politica plurilinguista nei Centri di Lingue straniere Moderne dello stato - CELEM, l’insegnamento della lingua italiana.
Il Governatore ha voluto dare, insieme ai membri della sua nutrita delegazione, un taglio economico-industriale all’incontro, grazie anche alla presenza di diverse società italiane nel Paranà, impegnate fra l’altro nei settori agro-alimentare e della tecnologia e meccanica di precisione. Nella presentazione dei punti di forza e dei primati statali, ivi compresi quelli ambientali, in campo economico, il Governatore ha illustrato le potenzialità ed i progetti di investimento in diversi settori, ivi incluse importanti concessioni stradali che andranno a gara nel 2022, nonché l’ambizioso progetto di costruzione della nuova ferrovia “Ferroeste” che collegherà tre stati con il porto paranaense di Paranaguà.
L’Ambasciatore ha poi sottolineato le potenzialità della collaborazione con la Leonardo SpA nei settori civili e della sicurezza, anche sotto il profilo tecnologico, nonche’ in quello di ultima generazione delle “strade intelligenti”. Il Governatore ha auspicato, da parte della Leonardo, la presentazione di un workshop, cui seguirebbe un gruppo di lavoro specifico. Ha altresì confermato la disponibilità a creare condizioni favorevoli all’attrazione di nuove imprese italiane sul territorio, in una cornice giuridica appropriata.
Azzarello ha quindi fatto visita al Sindaco di Curitiba, Rafael Greca, città ove circa il quaranta per cento degli abitanti vanta una discendenza italiana, tra cui lo stesso Sindaco. Il Comune ha chiesto alla Leonardo Brasile di sviluppare e proporre soluzioni migliorative al modello integrato già esistente di “città intelligente” per Curitiba, sia nel campo della prevenzione sia in quello della gestione di eventuali emergenze di varia natura, oltre a quello della sicurezza. L’Ambasciatore ha informato il Sindaco che la Regione Emilia Romagna a breve risponderà alla richiesta di avvio di una collaborazione in materia di filiera agroalimentare e mercati e formazione professionale.
Alla Segretaria di Educazione del Municipio, presente all’incontro, l’Ambasciatore ha manifestato l’interesse ad estendere ad altre scuole elementari l’insegnamento della lingua italiana, anche attraverso un accordo specifico con il Comune ed il Dipartimento di italiano dell’Università Federale del Paranà (UFPR), a somiglianza di quelli già esistenti con i Comuni della Regione metropolitana della città.
L’Ambasciatore ha consegnato l’onorificenza della Stella d’Italia alla moglie del Sindaco, Margarita Sansone, per l’infaticabile impegno dalla stessa in ambito sociale.
Nel corso del cordiale incontro con il Comandante della strategica Regione militare del Paranà - Santa Catarina, Generale dell’Esercito Fabio Benvenutti Castro, il diplomatico ha ribadito l’interesse dell’Italia al rafforzamento della quarantennale collaborazione bilaterale, grazie al determinante ruolo svolto dalla Leonardo Brasile.
Nel corso della visita al Museo Oscar Niemayer di Curitiba, Azzarello e Di Venezia hanno incontrato la Direttrice, Juliana Vosnika, in vista del possibile comune interesse ad allestire, oltre alla mostra su Leonardo da Vinci, quella su Raffaello Sanzio, già ospitata a San Paolo e Belo Horizonte.
L’Ambasciatore ha inoltre incontrato il leader del Governo federale alla Camera, il Deputato del Paranà Ricardo Barros, e l’ex-Vice e poi Governatrice del Paranà, Maria Aparecida Borghetti.
Nella serata del 25 gennaio il Console Generale ha offerto un ricevimento conclusivo in onore dell’Ambasciatore presso la storica e centralissima sede dell’Associazione italiana Giuseppe Garibaldi, alla presenza di circa 120 esponenti della collettività, fra i quali alcuni membri della rete consolare onoraria, dell’associazionismo italiano, dell’imprenditoria e del mondo politico, tra cui la Deputata statale Maria Vitoria Barros. Nel corso del ricevimento è stato presentato un concerto lirico molto apprezzato dai presenti.
Nel corso della visita, l’Ambasciatore ha rilasciato varie interviste a radio e televisioni locali. (aise)