L’AMBASCIATORE GALLO LASCIA IL PRINCIPATO DI MONACO: UDIENZA DI CONGEDO CON IL PRINCIPE ALBERTO

L’AMBASCIATORE GALLO LASCIA IL PRINCIPATO DI MONACO: UDIENZA DI CONGEDO CON IL PRINCIPE ALBERTO

MONTECARLO\ aise\ - Termina il mandato a Montecarlo dell’Ambasciatore Cristiano Gallo che oggi, 3 luglio, è stato ricevuto in udienza di congedo dal Principe Alberto II di Monaco, che lo ha ringraziato per quanto ha fatto nel corso del suo mandato quadriennale per sviluppare le relazioni italo monegasche. A succedergli sarà Giulio Alaimo, ora console generale a Zurigo.
A Monaco dal 1° agosto del 2016, Gallo ha ripercorso i suoi quattro anni nel Principato nel messaggio indirizzato ai connazionali in occasione della Festa della Repubblica. In quella occasione, il diplomatico ha descritto il “peculiare rapporto italo-monegasco” e ricordato che “assieme alle Associazioni degli imprenditori italiani a Monaco, al Comitato degli Italiani all’estero, a quello della Dante Alighieri, alla Delegazione dell’Accademia della Cucina italiana, abbiamo promosso numerosi eventi culturali e commerciali insieme, all’interno di format collaudati, come la Settimana della Lingua e Cultura e quello della Cucina italiana nel mondo, a favore e con il fondamentale sostegno, che non è mai mancato, della comunità italiana qui residente ed operante”.
Ai connazionali, Gallo ricordava: “siete voi infatti la vera forza e la chiave del successo italiano nel Principato. Attraverso il vostro impegno, la vostra partecipazione attiva, la vostra generosità solidale si disegna e si propone qui a Monaco il volto migliore del nostro Paese. Lo stesso che l’Ambasciata in questi anni si è impegnata a promuovere in massimo grado nel Principato e che, certamente, continuerà a fare in futuro, al di là di chi la guiderà pro-tempore”.
Congedandosi dalla collettività, l’ambasciatore concludeva: “è stato un privilegio ed un onore rappresentarvi nel Principato per quattro anni. Abbiamo condiviso con voi un magnifico tratto di strada delle nostre vite e di esso serberemo sempre splendida memoria. Per questo desideriamo, con autentica, profonda riconoscenza e non senza commozione, sinceramente augurare il meglio per voi ed i vostri cari! Arrivederci a presto e ricordiamoci di tenere sempre alta la nostra gloriosa bandiera tricolore”. (aise) 

Newsletter
Archivi