L’ambasciatore Guariglia apre l’incontro della Dante Madrid sul Premio Strega: italiano lingua viva

MADRID\ aise\ - “La lingua e la cultura italiana godono di un grande livello di ricettività in Spagna, come dimostrato dal crescente numero di studenti che frequentano, oltre ai corsi degli Istituti Italiani di Cultura di Madrid e Barcellona, i corsi di lingua attualmente offerti dai dipartimenti di italiano di 17 Università spagnole. Grazie all’azione di diplomazia culturale della Farnesina, in Spagna contiamo su una rete di 5 lettori universitari e, dal 2017, abbiamo ripristinato l’erogazione dei contributi alle cattedre d’italiano, per un finanziamento complessivo di oltre 200mila euro”. Lo ha detto l’ambasciatore d’Italia in Spagna, Riccardo Guariglia, aprendo l’incontro telematico della Società Dante Alighieri di Madrid, finalizzato ad indicare un titolo da segnalare per il Premio Strega.
L’incontro si è tenuto ieri, 19 maggio, ed è stato moderato dalla presidente della Dante di Madrid, Donatella Danzi.
Nel corso del suo intervento, Guariglia ha definito “particolarmente rilevante che la Dante di Madrid sia chiamata ad indicare il proprio candidato per il Premio Strega. È anche grazie alla letteratura”, ha poi aggiunto, “che l'italiano è diventato una lingua studiata in tutto il mondo da migliaia di studenti”.
“L'Ambasciata d'Italia a Madrid, insieme al Consolato Generale a Barcellona e agli Istituti di Cultura presenti in Spagna”, ha concluso l’ambasciatore, “si adopera attivamente nella promozione della lingua italiana nel Paese iberico e conta, da sempre, sull'appoggio fattivo della Dante Alighieri”. (aise)